/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 03 luglio 2020, 17:58

Courmayeur: Miserocchi senza maggioranza affonda il Consiglio

Il sindaco finito in cantina continua a bere vino fino a che non viene sfiduciato, senza i numeri e senza maggioranza l'amministrazione comunale è allo stallo

Al centro il Stefano Miserocchi durante una delle ultime Assemblee consiliari

Al centro il Stefano Miserocchi durante una delle ultime Assemblee consiliari

"La questione politica è ormai risolta, quest'Amministrazione è finita". Con queste parole il consigliere di opposizione al Comune di Courmayeur Massimo Sottile ha annunciato questo pomeriggio l'abbandono dell'Aula da parte della minoranza, che facendo venir meno il numero legale ha costretto il sindaco, Stefano Miserocchi, a sciogliere la seduta.

E' finito come peggio non poteva dunque, dopo quasi sette ore durante le quali a decidere tutto è stata l'opposizione, il Consiglio Comunale di Courmayeur convocato questa mattina e che aveva all'ordine del giorno un'importante variazione di bilancio e tanti emendamenti collegati. Tutti i punti in votazione sono stati bocciati perchè la maggioranza non era più tale: gli otto consiglieri di opposizione compatti hanno votato sempre contro i punti all'ordine del giorno mentre Miserocchi ha avuto a disposizione solo sette voti.

Quando l'Assemblea si è trovata a trattare il riconoscimento di due debiti fuori bilancio, ovvero somme stanziate per i lavori di somma urgenza sulla strada della Val Veny e su quella di Planpincieux, l'opposizione abbandonare l'aula lasciandovi i sette consiglieri della ormai ex maggioranza del gruppo di 'Esprit Courmayeur', dopo che la Giunta non aveva dato giustificazioni al provvedimento peraltro già in corso di attuazione.

Il primo cittadino ha comunque nnunciato che non intende abdicare e che l'iniziativa dell'opposizione è frutto di mero calcolo politico perchè "i lavori urgenti su quelle due strade andrebbero incontro alle esigenze della comunità e sono importanti dal punto di vista della sicurezza idrogeologica del territorio".

 

                                Alberto Vaglio

 

 

 

 

Alle giustificazioni del sindaco ha replicato il consigliere di opposizione Alberto Vaglio, per il quale "i lavori non sembrano avere la caratteristica della somma urgenza anche perchè se ne parla da novembre e l'Amministrazione aveva tutto il tempo di trovare le coperture necessarie".

Nelle dichiarazioni di voto, l'opposizione ha rimarcato che "l’iter dei lavori risulta pasticciato, poco lineare e trasparente e non permette a noi consiglieri, a cui non è richiesta la conoscenza approfondita del diritto amministrativo, di capire se tale riconoscimento sia legittimo. Anche gli atti predisposti lasciano perplessi e non ci permettono di capire se si sta effettivamente riconoscendo un debito fuori bilancio dovuto, oppure si sta sanando una cattiva gestione amministrativa che ha saltato, magari anche con lo scopo di arrivare ad un buon risultato, tutta una serie di passaggi amministrativi previsti dalle leggi proprio a tutela della cosa pubblica".

Inoltre "non vi è peraltro certezza in merito agli importi dei lavori eseguiti che per essere riconosciuti come debiti fuori bilancio, dovrebbero essere limitati a quelli indispensabili e comunque , nei limiti degli accertati e dimostrati utilità ed arricchimento per l'ente". 

Dal canto suo, il gruppo Esprit Courmayeur, che sostiene il sindaco, esprime  "incredulità e rammarico" per quanto accaduto e stigmatizza che bocciando la variazione di bilancio l'opposizione ha "annullato la copertura che avrebbe garantito il servizio di trasporto pubblico locale gratuito" in estate e sempre a causa dell’abbandono dell’aula da parte dei consiglieri di opposizione "non è stato possibile deliberare l’approvazione dell’accordo con la società idroelettrica CVE per le istanze di subconcessione di derivazione d’acqua della Dora Veny e Val Ferret, bloccando un’iniziativa che avrebbe portato vantaggi alla comunità e benefici al Comune".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore