/ ECONOMIA

ECONOMIA | 01 luglio 2020, 22:04

Quando iniziano i saldi estivi 2020? Non lo sa nessuno. E il Consiglio Valle giochicchia

L’inizio dei saldi estivi, in questo complicato 2020, non sarà quello canonico. La pandemia, infatti, ha fatto rivedere le date per gli sconti sull’abbigliamento che solitamente erano fissate a inizio luglio. Vediamo quando iniziano quest’anno

Quando iniziano i saldi estivi 2020? Non lo sa nessuno. E il Consiglio Valle giochicchia

La Conferenza Stato-Regioni ha deciso di far slittare l’inizio dei saldi estivi 2020  al 1° agosto, orientativamente con un mese di ritardo rispetto a quanto avviene normalmente (dovrebbero durare fino al 15 settembre). Tuttavia, queste date non sono strettamente vincolanti e potrebbero esserci delle eccezioni.

Secondo una ricerca su più di 4mila aziende in Italia, infatti, il 94% era contrario all’inizio dei saldi estivi il 4 luglio 2020, come da calendario prestabilito. Più della metà delle imprese che hanno partecipato al sondaggio si era favorevole a posticipare la data di inizio saldi estivi, il 29% ha detto sì alla sospensione dei saldi, mentre solo l’8% vorrebbe anticiparli.

In questo scenario, però, la Confcommercio ha concesso la possibilità di far partire l’inizio dei saldi estivi 2020 un mese prima dell’inizio stabilito dalla conferenza Stato-Regioni.  Le Regioni, quindi, possono decidere se anticipare le svendite a luglio o se seguire il calendario ufficiale.

Ma la Regione Valle d’Aosta, causa la crisi politica e di identità del Consiglio Valle non ha ancora deciso. Anche se Confcommercio VdA ha elaborato proposte concrete che sono state inserite nel disegno di legge n.60 concernente l’assestamento di bilancio 2020 sul quale il Consiglio si è impantanato perché la maggioranza, che non è maggioranza perché non ha i numeri. La preoccupazione è davvero grande nei commercianti, tanto il Presidente di Confcommercio VdA ha ritenuto opportuni rendere pubbliche le angosce di tutti i commercianti.

“Abbiamo proposto alcune deroghe per le vendite promozionali ed i saldi di fine stagione; con il ritardo dell’approvazione dell‘Assestamento di Bilancio si rischia che tutto salti con grave danno per i commercianti già pesantemente colpiti dalla sospensione per decreto dell’attività”, ha detto.

L’articolo 69 del Dl prevede infatti che le vendite promozionali previste dal 15  al 31 luglio possono essere avviate senza autorizzazione e che i saldi di fine stagione si svolgano dal primo agosto al 30 settembre. “Con soddisfazione – spiega Graziano Dominidiato, Presidente Fipe-Confcommercio VdA – abbiamo preso atto dell’accoglimento, ma ora siano fortemente preoccupati per i continui ritardi di un provvedimento legislativo che avrebbe dovuto essere approvato nella prima quindicina di giugno”.

Infatti, in base alla leggere regionale, i saldi dovrebbero iniziare sabato prossimo, ma se la legge non venisse approvata entro sabato i commercianti avrebbero dovuto dare notizia dieci giorni prima per avviare i saldi. Se viene approvato i saldi vengono posticipati al primo agosto.

Ma nel frattempo come devono comportarsi? Aspettano? Partono con i saldi? Prezzano tutto scontato come se dovessero partire sabato? Oppure aspettano e sperano?

I magnifici 35 dallo stipendio d’oro per divertirsi alle spalle di chi lavora e produce reddito e ricchezza provino immaginare la situazione di un commerciante incandescenti per le innumerevoli richieste di informazioni.

Infatti, se dovessero partire i saldi sabato, i commercianti avrebbero dovuto fare comunicazione al comune, prezzare tutto con i saldi. Programmare la pubblicità e i cartelli, e via discorrendo. Se invece viene approvato il dl tutto slitta ad agosto senza obbligo di comunicazione al comune e via libera alle vendite promozionali su  determinati articoli. Invece non sanno nulla, sono in balia dei giochini di palazzo, di accontentare uno e l’altro ma completamente avulsi dal mondo economico e produttivo valdostano.

red.pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore