/ INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ

INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | 29 giugno 2020, 10:51

Approvato nuovo Piano operativo per il volontariato sociale in Valle

Approvato nuovo Piano operativo per il volontariato sociale in Valle

E' una piccola ma significativa rivoluzione per gli enti e le associazioni di volontariato sociale in Valle d'Aosta. Dopo oltre un anno di pareri e contropareri, la Giunta regionale ha approvato il Piano operativo per lo svolgimento di attività degli enti del Terzo settore.

Piano previsto dall'accordo di programma 2018 sottoscritto con ii ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. "Con questa delibera - spiega l'assessore alla Sanità, Mauro Baccega - è stato approvato il sostegno allo svolgimento di attività di interesse generale da parte di organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, che prevede un intervento suddiviso in tre azioni: di service, progetti di rete e la gestione della Cabina di regia".

La prima azione di service, mette nelle condizioni un'associazione di secondo livello, da individuare con avviso aperto a tutte le organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale iscritte all'elenco regionale, di fornire servizi di consulenza, accompagnamento, supporto e formazione specifica a tutto il mondo del Terzo settore.

La seconda azione è volta a premiare i progetti di rete attorno alle aree rappresentate da più associazioni in Valle d'Aosta e impegnate a proporre e a realizzare una serie di azioni coordinate per ciascuna area, in modo da favorire una sinergica cooperazione tra tutte le realtà del volontariato operanti su tematiche simili.

La terza azione è la gestione della Cabina di regia istituita nell'ambito del Piano operativo 2017, integrata nei tavoli inter-istituzionali del Piano di zona regionale, che ha il compito di coordinare le attività dei soggetti coinvolti, nell'attuazione della riforma del Terzo settore nei tre ambiti di intervento (volontariato, impresa sociale e servizio civile universale) e più in generale rispetto alla collaborazione tra enti pubblici e Terzo settore.

"Per l'attuazione di questo Piano - prosegue l'assessore Baccega - ci sono a disposizione della nostra Regione fondi statali per 467.760 euro, di cui ben 330.000 a sostegno della presentazione dei progetti da parte delle Associazioni e 137.760 per le azioni di service".

I progetti sociali sono stati selezionati tramite un bando, emesso dal Csv, e la loro presentazione è stata accompagnata da un'azione di consulenza personalizzata che ha consentito alle associazioni di arrivare a una migliore definizione dell'idea progettuale e a una corretta individuazione dei costi del progetto. In totale sono stati finanziati 43 progetti sociali, con un budget medio di circa 7 mila euro a progetto, e i temi, oggetto di intervento, hanno spaziato dall'ambiente all'integrazione, dalla donazione all'educazione, dal soccorso ai diritti.

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore