/ CRONACA

CRONACA | 29 giugno 2020, 17:05

Recuperato il corpo senza vita di Daniele Catorci

Daniele Catorci

Daniele Catorci

Dopo due giorni di tentativi è stato recuperato alle 16 di oggi lunedì 29 giugno il corpo senza vita di Daniele Catorci, 27 anni, di Macerata, l'alpinista caduto in un crepaccio sotto la parete nord del Gran Paradiso alle prime ore di sabato, a circa 3.400 metri di quota.

L'intervento è stato condotto dai tecnici del Soccorso alpino valdostano e della Guardia di finanza di Entreves. Il corpo si trovava a circa 30 metri di profondità, coperto da uno spesso strato di ghiaccio e neve, materiale che costituiva il ponte di neve che ha ceduto al peso degli alpinisti. La salma è stata tasferita all'obitorio del cimitero di Courmayeur per le procedure di identificazione.

E il sindaco e l'Amministrazione comunale di Camerino, in provincia di Macerata, "porgono le più sincere condoglianze ai genitori di Daniele Catorci, che ha perso la vita sul Gran Paradiso, in Valle d'Aosta".

Per "esprimere alla famiglia la più profonda partecipazione di una città colpita e sgomenta di fronte a questa tragedia", il sindaco Sandro Sborgia, "interpretando il comune sentimento della popolazione, proclamerà il lutto cittadino in segno di profondo rispetto e di sentito cordoglio".

"È un momento che viviamo con grande rispetto - ha detto il primo cittadino - per cui non possiamo fare altro che stringerci al dolore dei familiari. Siamo costernati e disorientati davanti alla tragedia che è successa e siamo tutti vicini alla famiglia"

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore