/ ECONOMIA

ECONOMIA | 27 maggio 2020, 17:11

Per fronteggiare crisi coronavirus Ebava eroga 1,5 milioni di euro

PRUDENZA IL CORONAVIRUS E' IN AGGUATO - Per questi due mesi l’Ebava ha accreditato a 2340 dipendenti l’importo di € 1.118.899,39: l’Ente dovrà versare, inoltre, all’Inps la contribuzione correlata

Aldo Zappaterra

Aldo Zappaterra

L'Ente bilaterale dell'Artigianato della Valle d'Aosta nato grazie agli accordi intervenuti fra le associazioni artigiane Confartigianato Imprese e CNA Valle d'Aosta e le organizzazioni dei lavoratori CGIL, CISL, SAVT, UIL della Valle d'Aosta ha già pagato quanto dovuto per i mesi di marzo e aprile ai dipendenti sospesi dal lavoro causa Covid-19. Per questi due mesi l’Ebava ha accreditato a 2340 dipendenti l’importo di € 1.118.899,39: l’Ente dovrà versare, inoltre, all’Inps la contribuzione correlata.

L’esborso complessivo, tra gli accrediti ai dipendenti e la contribuzione correlata, sarà di circa € 1.500.000,00.

"Per noi - commenta il Presidente dell'E.B.A.V.A. Aldo Zappaterra - è stato sul piano organizzativo uno sforzo notevole, avendo il nostro Ente una sola collaboratrice, perché abbiamo sempre privilegiato l'aspetto economico e finanziario a vantaggio dei nostri assistiti e non della struttura. Sono loro i destinatari di quanto l'Ente incassa dai versamenti degli artigiani e dei loro dipendenti, come è previsto dai contratti di lavoro. Seguiremo con attenzione, per la parte che ci compete, l'applicazione dei protocolli sulla sicurezza, che dovranno proteggere i dipendenti delle aziende, senza però creare preoccupazione di nessun genere per i titolari delle stesse".

Nessuno come l'imprenditore artigiano è interessato ad avere un luogo di lavoro sano e senza rischi: egli lavora quotidianamente gomito a gomito con i propri dipendenti. È questa la forza di un comparto, spesso sottovalutato, che crea in silenzio ricchezza per il Paese, trasmettendo conoscenze e professionalità ai propri dipendenti, molti dei quali diventeranno poi titolari di imprese.

"Registriamo con compiacimento - prosegue Zappaterra - gli attestati di riconoscenza pervenuti da parte di alcuni titolari di aziende per la celerità con la quale abbiamo fatto fronte al pagamento di quanto dovuto ai dipendenti. E’ questa l’occasione per ringraziare i consulenti del lavoro per la collaborazione prestata".

Appena sarà superata questa situazione critica L'Ebava cheiderà un incontro per sviluppare ulteriormente tale collaborazione a vantaggio delle aziende e dei loro dipendenti.

"Più noi rafforzeremo la struttura aumentando le imprese iscritte all'E.B.A.V.A. - conclude Zappaterra - maggiore sarà la possibilità di intervenire finanziariamente nei casi di necessità. Si conferma quindi che la nostra idea di introdurre la bilateralità nel settore artigiano si è rivelata giusta ed utile".

red. pi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore