/ Il rosso e il nero

In Breve

giovedì 21 maggio
sabato 25 aprile
IL CONTRAPPASSO
(h. 10:30)
martedì 07 aprile

Il rosso e il nero | 16 maggio 2020, 08:00

LA COMPETENZA E IL CORAGGIO AL GOVERNO

PRUDENZA IL CORONAVIRUS E' IN AGGUATO -

LA COMPETENZA E IL CORAGGIO AL GOVERNO

In un periodo in cui la nostra vita sembra sospesa, in cui il futuro ci appare sempre più opaco, la politica si manifesta a intermittenza, compare e scompare come in un percorso carsico.

Quando il coronavirus sembra accusare piccole battute d'arresto, il coronapoliticavirus dà segni di reviviscenza. Ne sono testimonianza le manifestazioni di interesse apparse di recente sui media locali anche in vista di scadenze elettorali prossime venture. Ho avuto, infatti, modo di leggere un interessante articolo apparso di recente su Valledaostaglocal e a firma di un certo Miles (deve trattarsi forse di un appassionato di jazz, patito di Miles Davis).

 

Scuola di Atene di Raffaello Sanzio

 

Un punto mi ha particolarmente colpito, quando dice: " la democrazia è partecipazione, ma la partecipazione richiede condivisione di un progetto; il progetto richiede condivisione di un programma; un programma richiede l' attività di interpreti credibili; gli interpreti credibili richiedono formazione culturale e quindi politica."

Si tratta di una vera e propria provocazione se si pensa all' orripilante scenario che offre la politica della nostra Petite Patrie, sia a livello regionale che a livello del nostro Capoluogo. Miles sembra voler invocare quello che più manca in questi tempi, caratterizzati dall' effimero e da una assenza di contenuti nella proposta politica dove latita un'esigenza primaria: la competenza. Ed è a tale riguardo che da parte di chi si propone per assumere responsabilità di governo della cosa pubblica è ormai necessario che si esca allo scoperto e manifesti al più presto le sue intenzioni programmatiche.

Prendiamo, ad esempio, il governo di una città capoluogo come Aosta, la Città Capitale.

Come si intende sviluppare al meglio i rapporti istituzionali tra Comune, Enti locali limitrofi e Regione? Quale immagine si vuole offrire della nostra città  in termini di verde pubblico, di mobilità dolce e alternativa alla attuale? Come dare maggiore sicurezza ai nostri cittadini nei quartieri? Come risolvere al meglio le annose questioni dell' entrata al centro della città, sia per quanto riguarda la Porta Est (Arco di Augusto) che la Porta Sud (Area Stabilimento Cogne / Pila )? Come pensare ad una nuova politica per gli anziani della città? Quali prospettive dare al Polo della Salute dopo la tempesta del Covid 19 e quale sviluppo garantire al Nuovo Polo Universitario?

Sono questi solo alcuni dei temi su cui dovrebbe svilupparsi un proficuo dibattito per il nostro futuro di aostani. E' anche, come ha scritto qualcuno, "una questione di coraggio".

Romano Dell'Aquila

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore