/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 05 maggio 2020, 09:48

Assessora Certan, 'dall'emergenza i progetti per una scuola nuova e migliore'

L'assessora regionale all'Istruzione, Chantal Certan

L'assessora regionale all'Istruzione, Chantal Certan

Un questionario rivolto alle famiglie con figli in età scolare per “sentire la loro voce e per avere una visione più generale delle problematiche".

Lo annuncia l'assessora regionale all'Istruzione, Chantal Certan, che se ancora non esclude del tutto la riapertura degli Istituti scolastici valdostani entro la fine di maggio assicura che comunque "la scuola valdostana non si è fermata e non si ferma.

L'assessore e gli uffici della Sovrintendenza regionale agli Studi stanno lavorando all'organizzazione di una seppur temporanea 'nuova scuola', con tempi didattici e spazi di studio modificati per limitare al massimo il rischio di contagio da Covid-19.

"Nei prossimi giorni - spiega l'assessora Certan - sarà operativo un gruppo di lavoro, composto da professionalità miste e coordinato dalla Sovrintendente agli studi, Marina Fey". Il tavolo di lavoro dovrà analizzare gli esiti della Didattica a distanza-Dad che sta caratterizzando l'intera attività scolastica da metà marzo e quindi predisporre un piano di rientro sia nel caso la scuola riprenda questo mese sia a settembre. “Si va ovviamente nella direzione di revisione dell’orario, dell’organizzazione e del calendario scolastico - sottolinea Certan - e all'educazione delle norme di distanziamento sociale tra gli alunni".

L'assessora definisce la didattica a distanza adottata "un buon taccone in un momento di emergenza assoluto, in cui si è dovuto fermare tutto il sistema scolastico, anche se è evidente che ha dei limiti e non può essere assimilata alla mera distribuzione di pagine da leggere o di compiti da svolgere”.

Quanto all'approvvigionamento di dispositivi tecnologici da fornire in comodato gratuito alle famiglie, nelle due ultime settimane le scuole hanno distribuito 615 nuovi computer e 100 connessioni domestiche”. H

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore