/ CRONACA

CRONACA | 31 marzo 2020, 09:56

Potere al Popolo indignato per le parole di Testolin rivolte a operatori microcomunità

Potere al Popolo indignato per le parole di Testolin rivolte a operatori microcomunità

pIn seguito alla dichiarazione rilasciata ieri in conferenza stampa dal Presidente della Regione Renzo Testolin, in cui egli accusa alcuni operatori socio-sanitari delle micro-comunità valdostane "di essersi tirati indietro evidentemente per motivi di opportunità, e di preferire “non presentarsi al lavoro", esprimiamo tutta la nostra indignazione e ci permettiamo di rispondere al Presidente come segue:

Caro Presidente, non troviamo altre parole, se non quelle che riportiamo qui di seguito, per rispondere alla Sua dichiarazione.

È da settimane che le/gli OSS hanno lanciato l’allarme sulla mancanza di dispositivi di sicurezza e sulle condizioni molto difficili e pericolose per la propria salute in cui si trovano a dover lavorare. Ne parlano tutti i TG e tutti i giornali. Se qualcuno, stremato dal lavoro o dal forte stress psicologico con cui è costretto ad operare all’interno di queste strutture (ormai diventate delle polveriere) non se la sente di recarsi al lavoro, noi supponiamo che lo faccia per seri motivi e nell’ambito dell'esercizio dei suoi diritti, e riteniamo che in caso contrario sarà compito dei dirigenti preposti, e non Suo, di avviare eventuali procedimenti disciplinari.

Consideriamo del tutto inopportuna e offensiva la Sua dichiarazione nei confronti di chi si è ritrovato fin dai primi giorni di questa emergenza sanitaria in prima linea, quando Lei ancora invitava i turisti a venire in Valle definendola - in maniera perlomeno azzardata - un territorio sicuro.

In piena solidarietà alle/agli OSS e a tutte le lavoratrici e lavoratori della Sanità, Le inviamo distinti saluti e La invitiamo a riflettere su questo nostro appello, che è stato oggetto di una recente campagna di sensibilizzazione nazionale sulla Sanità pubblica: “Non chiamiamoli eroi se poi li abbandoniamo!”.

Potere al Popolo – Valle D’Aosta

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore