/ CRONACA

CRONACA | 28 marzo 2020, 20:31

COURMAYER: Sindaco e vice sindaco non vedono la crisi

RESTIAMO A CASA – Da più di una settimana dalla richiesta di modificare il bilancio comunale alla luce della crisi formulata dall’opposizione e condivisa da parte della maggioranza e da un assessore che concordano sulla necessità di condividere azioni per affrontare la crisi, mentre il Sindaco e il suo Vice, con delega al bilancio, sono in stallo. Vaglio ‘ascoltino le richieste di Confcommercio VdA’

Alberto Vaglio

Alberto Vaglio

“Non si può aspettare, bisogna agire subito e con soluzioni straordinarie. Mai come in questo momento a un amministratore è richiesta fantasia e velocità di azione”. Il consigliere Alberto Vaglio, consigliere di minoranza spiega il sollecitato inviato oggi alla giunta che per ricercare unità ha  condiviso con il Gruppo “La Nuova Via” e con la consigliera Roberta d’Amico, alcune idee per trovare, fin da subito, delle soluzioni ad una crisi economica che colpirà pesantemente tutti.

“Il Comune di Courmayeur – spiega Vaglio - è innegabilmente fra i più ricchi della Valle d’Aosta e credo sia il momento di sfruttare le risorse a disposizione, senza aspettare le scelte che potranno arrivare dallo Stato e dalla Regione, anzi implementandole con nostre scelte innovative per dare un vero supporto ad imprese e famiglie in questo periodo”.

Il consigliere sottolinea ancora: “Da subito, come chiede anche Confcommercio Valle d’Aosta, si deve pensare ad aiuti economici alle imprese. Subito dopo si potrà cominciare a pianificare le azioni a supporto della ripresa economica, soprattutto nel campo turistico”.

Alberto Vaglio considera le proposte avanzate dalla Confcommercio Valle d’Aosta “condivisibili soprattutto quando parla di esonero dal pagamento dei tributi di competenza locale e non solo di slittamento. In questa direzione credo che un comune come il nostro abbia ampi spazi di manovra”.

A più di una settimana dalla proposta condivisa tra i sei Consiglieri di minoranza rimasta senza risposta, Vaglio rivolge un appello: “Troviamoci tutti attorno a un tavolo a discutere affinché già con l’approvazione del bilancio 2020-2022 si possano introdurre reali soluzioni. Se lavoriamo con determinazione tutti assieme, i tempi potranno essere brevissimi. Aspetto fiducioso ma molto preoccupato per il futuro di Courmayeur”.

red. el.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore