/ CRONACA

CRONACA | 23 dicembre 2016, 10:27

A gennaio ad Aosta i Laboratori del sorriso degli artigiani disabili

Un angolo della Bottega del sorriso ad Aosta

Un angolo della Bottega del sorriso ad Aosta

Ad appena venti giorni dall'inaugurazione (avvenuta sabato 3 dicembre, Giornata mondiale per i diritti delle persone con disabilità) la 'Bottega del sorriso' di Aosta guarda già al domani. Nel nuovo esercizio commerciale in via Gramsci 5 ad Aosta, che vende unicamente prodotti realizzati da artigiani disabili, saranno infatti operativi da gennaio i Laboratori del sorriso, spazi 'adattati' alle diverse disabilità fisiche e mentali dei circa cento aspiranti artigiani che vi lavoreranno.

Andrea Borney, fondatore dell'associazione Aspert-Sport per tutti, che ha realizzato e coordina la Bottega del sorriso, ha spiegato che l'idea dei Laboratori del sorriso, avviati sperimentalmente dal Csv alla Cittadella dei Giovani, punta soprattutto alla qualità dei prodotti: artigiani e professionisti potranno accompagnare e seguire i disabili nei loro percorsi creativi, incrementandone la professionalità e la capacità realizzativa.

Il risultato sarà duplice: da un lato migliorare e valorizzare le capacità dei singoli, dall'altro offrire al mercato prodotti di qualità. Il ricavato della vendita dei prodotti servirà a finanziare i laboratori e a compensare l'attività degli artigiani disabili.

La Bottega del sorriso segue e completa il progetto del “Vino del sorriso” avviato dall’associazione Aspert nel 2010, e che coinvolge disabili ma anche persone in stato di disagio sociale, impegnati nella lavorazione di un vigneto ad Aymavilles, che produce circa 13 quintali d’uva all’anno, vinificato dall’azienda Les Crètes, partner del progetto.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore