/ Consiglio Valle

Consiglio Valle | 24 marzo 2020, 22:32

COMUNICAZIONE POLITICA AUTOGESTITA: Per gestire l'emergenza bisogna essere lucidi

RESTIAMO A CASA - Nessuna notizia in merito ad una vera Legge Regionale di misure a sostegno che non siano ulteriori indebitamenti o meri posticipi

Elso Gerandin, Consigliere regionale Mouv

Elso Gerandin, Consigliere regionale Mouv

Gestire una situazione di emergenza non è mai facile, a maggior ragione gestire una pandemia! Chi gestisce queste fasi particolarmente delicate non deve avere pressioni psicologiche e men che meno speculazioni politiche.

Pensiamo che nessuno sia perfetto, e proprio per questo nessuno può avere la presunzione di sapere tutto e quindi di decidere in perfetta solitudine, tantomeno il Presidente facente funzioni e la sua Giunta dimezzata! Abbiamo taciuto sino ad oggi per permettere loro di lavorare senza particolari pressioni, nel rispetto dei tanti operatori sanitari che sono in prima linea nella cura e assistenza dei malati, rischiando loro stessi il contagio!

Abbiamo cercato di essere propositivi nei luoghi istituzionali (commissioni, capi gruppo), con suggerimenti e disponibilità a collaborare, senza annunci a mezzo stampa o sul web! Ma è stato tutto inutile: non c'è stato nessun coinvolgimento, nessuna condivisione da parte di un Governo regionale che non sappiamo chi rappresenti!

La nostra richiesta fatta 12 giorni fa di fare tamponi ad anziani e OSS delle micro e del territorio non è stata ascoltata e le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti! Ci annunciano una prima "manovrina emergenza" di oltre 11 milioni, ma in Aula invece ne presentano una da 3,7 milioni, assolutamente insufficiente, ma è stato un "prendere o lasciare" senza possibilità di modifiche! Nessuna notizia in merito ad una vera Legge Regionale di misure a sostegno che non siano ulteriori indebitamenti o meri posticipi - anziché cancellazioni! - di contributi, rate mutui, bollette, affitti per cittadini, lavoratori a tempo determinato e indeterminato, settore agricolo, in particolare le imprese, gli esercizi commerciali e il vasto mondo delle partite iva!

Non ci rimane che sperare, nell'interesse di noi valdostani, che sia l'ultima cantonata di ciò che resta di una Giunta Regionale confusa, presuntuosa e inconcludente! La risposta all'emergenza in Valle, può e deve mettere in campo almeno 100-120 milioni di aiuti veri, a "compensazione" per far ripartire il mondo produttivo e occupazionale valdostano! Le risorse ci sono: tra avanzo d'amministrazione 2019 e utili delle Società partecipate, le risorse a disposizione saranno presumibilmente queste, e sono molte!

Se la priorità è questa, i cittadini valdostani vogliono sapere tempi, risorse e settori d'intervento, non possono aspettare i giochini di quella bassa politica che alla vigilia delle elezioni farà magari il "beau geste" di distribuire i 100 milioni a disposizione ora! Per questa data, molte attività rischiano di non riaprire più, molti saranno disoccupati, tanti saranno in emergenza economica!

Noi lavoreremo nella direzione di utilizzare quelle risorse.. ora!

E lotteremo affinché le nostre richieste vengano accettate!

mouv

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore