/ Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus | 22 marzo 2020, 19:56

Gli Oss gridano 'presente' nella trincea dove si combatte il Coronavirus

Gli Oss gridano 'presente' nella trincea dove si combatte il Coronavirus

Sono circa tremila gli Operatori socio sanitari-Oss  che hanno dato la loro disponibilità per combattere l'emergenza Coronavirus inviando richieste di assunzione a tutte le Asl compresa quella valdostana.

Ma, spiega in una nota l'Associazione delle professioni sanitarie-Migep cui aderiscono gli Oss, "oggi questi operatori socio sanitari si trovano in notevole disagio a causa della gestione disordinata, caotica e nebulosa riguardo l’assunzione di personale sociosanitario da parte dei presidi sanitari, delle Asl e delle Rsa". 

Gli Oss si autodefiniscono "un aiuto alle famiglie e ai cittadini ammalati che in questo momento hanno bisogno di tutti, non solo medici e infermieri ma anche della presenza degli operatori sociosanitari, poiché sono figure dedicate all’assistenza e oggi nei vari ospedali e strutture anche domiciliari, sono anche loro in prima linea".

Secondo il Migep "se le Asl attingessero dalle graduatorie, tutti gli idonei accetterebbero il lavoro in trincea, anche se la precarietà non piace a nessuno e spaventa chi ha una famiglia da mantenere o chi, solo, deve provvedere al proprio sostentamento; in questo momento delicato gli operatori sociosanitari si sentono responsabili e pronti per dare aiuto e mettersi a disposizione".

 

i.d.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore