/ FEDE E RELIGIONI

FEDE E RELIGIONI | 16 febbraio 2020, 00:10

Oggi domenica 16 febbraio sainte Julienne

“Lo sappiamo: la ricerca del potere ad ogni costo porta ad abusi e ingiustizie. La politica è un veicolo fondamentale per costruire la cittadinanza e le opere dell’uomo, ma quando, da coloro che la esercitano, non è vissuta come servizio alla collettività umana, può diventare strumento di oppressione, di emarginazione e persino di distruzione”. (Papa Francesco)

Oggi domenica 16 febbraio sainte Julienne

AGENDA DEL VESCOVO DI AOSTA MONS. FRANCO LOVIGNANA

Domenica 16 febbraio

Priorato di Saint-Pierre - ore 9.30

S. Messa e partecipazione ai lavori dell'Assemblea elettiva dell'Azione Cattolica

Seminario Maggiore - pomeriggio

Incontro Cresimandi zona quarta

Lunedì 17 febbraio

Vescovado - pomeriggio

Udienze

Martedì 18 febbraio

Vescovado - mattino

Udienze

Cattedrale - ore 20.45

S. Messa nell'anniversario della morte di don Giussani

Mercoledì 19 febbraio

Roma

Consiglio per gli Affari giuridici della CEI

Giovedì 20 febbraio

Vescovado - pomeriggio

Udienze

Venerdì 21 febbraio

Vescovado - ore 10.00

Riunione in vista dell'avvio dei lavori della Casa della Carità

Aosta, Circolo della Stampa - ore 20.00

Partecipazione alla Conferenza di don Tanzella

Lunedì 24 febbraio

Priorato di Saint-Pierre - mattino

Partecipazione all'incontro di Formazione del Clero

Martedì 25 febbraio

Vescovado - mattino

Udienze

Mercoledì 26 febbraio

Cattedrale - ore 18.00

S. Messa per il conferimento delle Ceneri

Giovedì 27 febbraio

Visita ai sacerdoti

Venerdì 28 febbraio

Aosta, Sala BCC - ore 20.45

Partecipazione alla Conferenza di fratel Michael Davide Semeraro

Le Messager Valdotain ricorda domenica 16 febbraio sainte Julienne

La Chiesa celebra   Santa Giuliana di Nicomedia Vergine e martire

Nacque intorno al 285 a Nicomedia, oggi Izmit, in Turchia. Nella sua famiglia d'origine era l'unica cristiana. Suo padre in particolare era un seguace zelante delle divinità pagane. All'età di nove anni, sarebbe stata promessa in sposa al prefetto della città, un pagano di nome Eleusio. Secondo gli accordi raggiunti dalle due famiglie, le nozze si sarebbero celebrate quando Giuliana avesse compiuto 18 anni. Ma quel giorno la giovane disse che avrebbe accettato solo se Eleusio si fosse fatto battezzare. Venne quindi denunciata dallo stesso fidanzato come cristiana praticante. Imprigionata, non tornò sulla sua decisione neppure dopo la condanna a morte. Venne quindi decapitata verso il 305, al tempo di Massimiano. L'iconografia la rappresenta spesso insieme ad un diavolo che la tormenta, ma non mancano le raffigurazioni delle torture da lei subite in vita, come l'essere appesa per i capelli o tormentata con il fuoco.

Il sole sorge alle ore 7,28 e tramonta alle ore 17,49.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore