/ ECONOMIA

ECONOMIA | 14 febbraio 2020, 10:32

Monopattini ecologici i motivi del successo

I mezzi elettrici si stanno diffondendo in maniera esponenziale: non solo biciclette, monopattini e segway ma anche automobili e mezzi pubblici

Monopattini  ecologici i motivi del successo

Oggi monopattini elettrici e segway vengono scelti da sempre più persone. Dall’entrata in vigore della normativa che regola la micromobilità, circolare con questi mezzi è diventato anche più sicuro. Non solo: la diffusione dei servizi di noleggio permette a chiunque di usufruire di questo servizio. Uno dei motivi del successo dei monopattini elettrici è il fatto di essere ecologici: ma perché rispettano l’ambiente?

Zero emissioni e ricariche elettriche hanno decretato il successo di questi dispositivi. I mezzi elettrici si stanno diffondendo in maniera esponenziale: non solo micromobilità come biciclette, monopattini e segway ma anche automobili e mezzi pubblici. È la risposta del mercato alle sempre più crescenti esigenze ambientali. I livelli di inquinamento continuano a salire in maniera globale, e contemporaneamente sempre più persone hanno compreso la necessità di prendere decise misure per la salvaguardia dell’ambiente.

I monopattini elettrici rispondono a questa esigenza essenzialmente per la loro alimentazione tramite energia elettrica. La batteria è facilmente ricaricabile con l’attacco alla corrente e l’immissione di sostanze inquinanti nell’ambiente è pressoché nulla. Proprio grazie alla diffusione dei mezzi elettrici, sempre più città in Italia e in Europa si stanno dotando di colonnine di ricarica elettrica per garantire spostamenti veloci e sicuri.

Per chi non vuole utilizzare l’automobile e al tempo stesso salvaguardare l’ambiente, i monopattini elettrici  sono l’ideale. Non solo perché alimentati con energia elettrica, ma anche perché diventano i migliori alleati dei mezzi pubblici. Spostarsi in treno ad esempio è una pratica che salvaguarda l’ambiente: le emissioni sono infatti più basse rispetto ad aerei e automobili.

Chi deve raggiungere il posto di lavoro potrà tranquillamente salire sul treno con un monopattino elettrico richiudibile e, una volta raggiunta la stazione, utilizzare il modello per arrivare al luogo di lavoro in modo agile e sicuro. L’introduzione della normativa italiana che ha regolato l’utilizzo dei mezzi di micromobilità, ha dato un forte impulso alla diffusione e alla condotta sicura dei monopattini elettrici.

Ora i modelli che non superano la potenza di 0,5 kW e la velocità di 20 km/h sono equiparati alle biciclette e devono rispettare il Codice della Strada.

bruno albertinelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore