/ CULTURA

CULTURA | 10 febbraio 2020, 12:00

Cresce la famiglia dei sommelier valdostani

Il presidente AIS Valle d'Aosta Moreno Rossin

Il presidente AIS Valle d'Aosta Moreno Rossin

Si sono diplomati 19 nuovi sommelier valdostani: Jasmine Abram, Alice Angioi, Alessia Benso, Carole Cheillon, Giosuè Chieno, Tatiana Chunyaeva, Maria Cristina De Luca, Stefania Dessena, Veronica Ramona Ferrari, Giada Ferraris, Diana Ghitti, Fabien Gontier, Jean Pierre Guichardaz, Luca Lorent, Margherita Maquignaz, Alessandra Martorina, Gabriele Scattolin, Sebastiano Sucquet, Paolo Maria Viganò.

"Sono molto soddisfatto. Ogni anno l'AIS Valle d'Aosta cresce e non mancano gli iscritti ai nuovi corsi. Abbiamo iniziato il 2020 con 19 nuovi sommelier. Nel frattempo continuano i corsi iniziati nei mesi scorsi e l'interesse per il mondo vitivinicolo si mantiene costante negli anni. - dichiara il presidente AIS Moreno Rossin - Oltre alla didattica, portiamo avanti anche gli eventi. Per la primavera abbiamo già in programma la Giornata Nazionale del Vino e dell'Olio e non mancheremo al Vinitaly per presentare i vini valdostani".

L’Associazione Italiana Sommelier organizzerà anche quest'anno la Giornata Nazionale del Vino e dell’Olio in accordo con MIPAAF, MIUR e MiBACT in media partnership con Rai e TGR. L’obiettivo è far interagire il mondo enologico e quello culturale.

La giornata scelta per il 2020 è sabato 9 maggio e in Valle d'Aosta si svolgerà al Castello Sarriod de la Tour di Saint-Pierre, un evento che avrà come tema "La biodiversità nel paesaggio agricolo italiano". Si tratta di un’occasione importante per avvicinare e far scoprire/riscoprire i prodotti e i siti culturali regionali.

red. spe./ab

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore