/ Eccellenze Valdostane

Eccellenze Valdostane | 23 gennaio 2020, 13:36

La Fiera di Sant’Orso in Cittadella con la Veillà di Petchoù e una retrospettiva su Pino Bettoni

La Fiera di Sant’Orso in Cittadella con la Veillà di Petchoù e una retrospettiva su Pino Bettoni

La 1020ª Fiera di Sant’Orso approda in Cittadella dei Giovani con appuntamenti per grandi e piccoli che animeranno la due giorni della “Millenaria”.

Giovedì 30 gennaio, dalle 14 alle 18, appuntamento con la Veillà di Petchoù dedicata ai più piccoli. Attività, laboratori creativi e giochi giganti in legno che avranno come tema il bosco incantato e che sapranno intrattenere e divertire bambini e genitori, che si chiuderanno con la battaglia del fieno alla presenza del personaggio di Sant’Orso, interpretato dall’attore Maurice Mondello.

L’iniziativa è organizzata dal Centro Europe Direct Vallée d’Aoste, dell’Assessorato affari europei, politiche del lavoro e inclusione sociale e dalla Struttura attività artigianali e di tradizione, dell’Assessorato finanze, attività produttive e artigianato, in collaborazione con la Cittadella dei giovani.

Proprio il Centro Europe Direct Vallée d’Aoste sarà presente alla Veillà con un suo punto informativo sull’Europa, che sarà tema portante anche di un gioco proposto ai bambini. Le attività ludiche saranno proposte e gestite da “Arte in testa eventi”, dai laboratori manuali del Museo dell’Artigianato Valdostano (MAV) e dalla cooperativa Les Tisserands di Valgrisenche.

L’altro grande appuntamento per i giorni della Fiera di Sant’Orso è dedicato ai più grandi con la retrospettiva “Quando il legno scolpisce la pietra: Chemp e Bettoni” dedicata all’opera di Pino Bettoni che ha reso il villaggio di Chemp, nel comune di Perloz, un autentico museo a cielo aperto. Opere che lo stesso artista aveva collocato in diversi angoli del villaggio, dove le sculture si fondono visivamente con i muri delle case, ed in cui sarà esposta per la prima volta in pubblico l’opera “La cultura vola in alto verso il cielo”.

La mostra, che si compone di alcuni lavori dello scultore, documenti audio-visivi e pubblicazioni, durerà fino al 31 gennaio e verrà inaugurata il 29 gennaio alle 18 da una tavola rotonda in cui si parlerà della storia e dei possibili futuri di Chemp, partecipata dai protagonisti e testimoni di questa realtà e da operatori culturali del territorio.

Tra gli interventi della conferenza, moderata dalla coordinatrice di Arte&Cultura di Cittadella dei Giovani Elena Pisu, saranno presenti Solange Soudaz, Assessora all’Istruzione e Cultura del Comune di Perloz, Sergio Enrico, Umberto Druschovic ed Enrico Romanzi dell’Associazione “Amici di Chemp” e Gianni Nuti, responsabile dell'area musicale di Arte&Cultura di Cittadella e coordinatore della SFOM. Il 31 gennaio alle ore 11 una performance di improvvisazione suggerirà un'altra visione delle opere di Bettoni: danza e musica animeranno l'installazione della mostra, in un intervento realizzato su misura per il luogo, che interagirà con i pieni e i vuoti delle sculture, in ascolto con l'evocazione della storia del museo a cielo aperto di Chemp.

La performance è a cura della Direzione artistica del Teatro della Cittadella, in collaborazione con la scuola Suono Gesto Musica Danza, con la partecipazione di Marco Bellafiore al contrabbasso, Christian Russano alla chitarra e Gabriele Luttino alle percussioni.

Durante i giorni della Fiera di Sant’Orso, Cittadella dei Giovani sarà anche un punto di ristoro, ovviamente con i piatti della tradizione valdostana. Presso la Sala Expo 1, a partire dalle ore 12, verrà somministrato il pranzo con la possibilità di scelta tra vari piatti caldi quali pasta e fagioli, polenta, ratatouille di verdure, salsiccetta, torta di mele. Presso la caffetteria saranno invece proposti panini farciti a scelta con insaccati e formaggi, salamelle, fontina e verdure grigliate.

red. spe.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore