/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 21 gennaio 2020, 14:45

Aosta: Tanta gente in piazza Roncas per la benedizione degli animali - FOTO GALLERIA

Aosta: Tanta gente in piazza Roncas per la benedizione degli animali - FOTO GALLERIA

Il 17 gennaio si festeggia Sant'Antonio Abate, con la tradizionale benedizione degli animali 2020. E anche quest'anno, domenica scorsa, si è rinnovata la tradizionale quanto curiosa funzione: quella della benedizione degli animali in piazza Roncas di Aosta. Tanta gente curiosa e tanti animali benedetti da don Lorenzo Sacchi, vice parroco della Cattedrale.

Il rito è celebrato oggi in forma assai ridotta rispetto al passato e i partecipanti si sono ristretti ai soli animali domestici, come cani, gatti e canarini e cavalli. Nei secoli scorsi, la cerimonia si svolgeva invece con grande sfarzo: gli animali da benedire erano numerosissimi e andavano dai buoi agli asini, dagli animali da cortile fino ai cavalli delle carrozze dei nobili.

benedizione 2

Ma perché Sant'Antonio Abate viene considerato il protettore degli animali? Sant'Antonio Abate è considerato il protettore degli animali domestici, motivo per cui spesso viene raffigurato con accanto un maiale con campanella al collo.

Ecco perché il 17 gennaio, giorno della sua morte, la Chiesa offre la benedizione degli animali. Tuttavia tale tradizione, con particolare riferimento alla benedizione dei maiali, non è direttamente collegata a Sant'Antonio. La tradizione della benedizione degli animali nasce in epoca medievale su suolo tedesco. All'epoca ogni villaggio allevava un maiale da destinare poi all'ospedale, dove erano in servizio proprio i monaci di Sant'Antonio.

Dall'XI secolo gli abitanti cominciarono a lamentarsi del fatto che i maiali girassero liberamente per le strade ed ecco che i Comuni ne vietarono la circolazione, ma tutelandone sempre la salvaguardia fisica, visto che erano di proprietà dei monaci che ne ricavavano cibo e medicamento per i malati.

All'epoca, venivano ammoniti sia coloro che avessero fatto del male a un maiale, sia coloro che volevano rubarli: Sant'Antonio si sarebbe vendicato portando la malattia al posto di guarirla.  

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore