/ CRONACA

CRONACA | 14 gennaio 2020, 20:59

Il comandante dei carabinieri Paolo Morale in congedo per anzianità. Rimpianto dalla Valpelline

Il Comandante Cavaliere della Repubblica Paolo Morale in occasione dell'ingresso nella Parrocchia dei Padri Onildo e Manuel

Il Comandante Cavaliere della Repubblica Paolo Morale in occasione dell'ingresso nella Parrocchia dei Padri Onildo e Manuel

“Il Sindaco e l’Amministrazione Comunale a nome di tutti i concittadini ringrazia il Comandante Morale per il suo impegno a garantire la sicurezza sul nostro territorio comunale ed in tutta la Valpelline in tutti questi anni”. Franco Manes, sindaco di Doues, saluta così Paolo Morale, 60 anni oggi, comandante della stazione dei Carabinieri di Valpelline dal 2004, insignito della onorificenza di Cavaliere della Repubblica.

Originario di Avola, è stato uno dei più giovani comandanti di stazione. Ha prestato servizio ad Alagna Valsesia e a Borgosesia. Poi ad Aosta dove ha svolto attività investigativa.

Dal 2004 a Valpelline dove si è distinto per essere un uomo di legge “sempre disponibile, attento osservatore delle dinamiche sociali e territoriali” come sottolinea il sindaco di Doues.

Un comandante, Paolo Morale, la cui cifra era, è sempre Manes a sottolinearlo, “una presenza continua attraverso i suoi uomini, sempre e solo a fornire consigli e a garantire il rispetto delle regole. Una grande persona, un ottimo professionista”. E visto che Morale abita a Doues, Manes è certo che anche in pensione il Comandante “sarà per il nostro Comune ancora una risorsa”.

 

 

Nella foto Paolo Morale (ds) con il Generale di Corpo d'Armata Giovanni Nistri, Comandante generale dell'Arma.

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore