/ Governo Valdostano

Governo Valdostano | 08 gennaio 2020, 05:00

La sanità valdostana ha imboccato un percorso virtuoso; parola di Baccega

Il 2019 è stato per l’Assessorato alla Salute, Sanità e Politiche sociali; un anno di importante programmazione e pianificazioni delle azioni da intraprendere nei diversi settori

La sanità valdostana ha imboccato un percorso virtuoso; parola di Baccega

Trentaquattro interrogazioni; 84 interpellanze; 24 mozioni di cui 1 di sfiducia come Assessore; 2 risoluzioni 8 question time. A tutto questo si aggiungono 71 richieste di accesso agli atti. Di più, nel 2019 per mettere a regime un bilancio predisposto  da altri e dare risposte più significative, sono state  effettuate due variazioni di bilancio:  Febbraio 2019 da 8.214.000 mln di euro di cui 7.304.000 per la sanità e 910.000 euro per le politiche sociali. E poi a giugno un assestamento di bilancio per un ammontare di  6.315.000 milioni di euro; di cui 3.327.000 per la sanità e 2.947.000 per le politiche sociali. Sono dati di quanto sia tenuta sotto il mirino del Consiglio Valle la sanità valdostana.

Le cifre sono state snocciolate dall’assessore regionale alla Sanità, Mauro Baccega, durante la conferenza stampa convocata per tracciare il bilancio dell’attività svolta nel 2019. Ovviamente la premessa è stata dedicata alla crisi politica in atto che, ha rimarcato Baccega, “penalizzerà la sanità”, e nelle intenzioni di Baccega giugno dovrebbero essere implementate le risorse per gli Enti Locali e per le strutture per anziani Microcomunità.

“La crisi politica – ha aggiunto Baccega - ferma un percorso virtuoso per l'elaborazione della legge sulle Micro socio sanitarie quali Variney e JB Festaz. Inoltre ha aggiunto - abbiamo in itinere una Legge sull'attrattività dei medici che è ferma in quinta Commissione; abbiamo il regolamento dei pubblici esercizi e dei Bed and Breakfast che è pronto da consegnare al Consiglio”.

Altrettanto importanti sono poi gli atti necessari a ridurre il peso del pagamento dei Tickets sanitari sulle famiglie, c'è il provvedimento del Contributo affitti che è sempre una forma di sostegno alle famiglie. “Ma tutto è fermo nonostante il bilancio 2020 – sottolinea Baccega – sia stato  costruito sulla base delle necessità della gente, non a caso per quanto riguarda i sevizi sociali c'è la giusta attenzione alle famiglie con disabili e il raddoppio del voucher asili nido da 100 a 200 euro con le risorse europee”.

Per quanto riguarda l’Usl l’assessore ha assicurato che la Regione è pronta a porre fine al Commissariamento quando il Consiglio di Stato definirà i ricorsi presentati da alcuni candidati in corso alla Direzione dell’Azienda.

Più in generale l’assessore Mauro Baccega ha affermato: “In Valle d’Aosta la sanità e i servizi Sociali sono all’avanguardia nazionale e quindi di buon livello; non abbiamo mai nascosto alcune criticità, per lo più dovute ad una carenza di personale, sulle quali si sta lavorando per migliorare le performance”. Baccega ha poi fatto un plauso a tutto il servizio di emergenza, al personale del Pronto soccorso, ai reparti che si sono messi a disposizione per i centri traumatologici sul territorio; una squadra vincente ricca di umanità”.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore