/ ATTUALITÀ POLITICA

ATTUALITÀ POLITICA | 01 gennaio 2020, 11:56

Il Treinadan silenzioso della Jeunesse Valdôtaine

Trois les chemins qui tous ensembles nous devons parcourir: Rapprocher les jeunes a la politique; Rravailler pour l'unité de notre mouvement; Dialoguer pour reporter les valdotains au centre de la politique de l'Union Valdotaine

Il Treinadan silenzioso della Jeunesse Valdôtaine

Fiumi di inchiostro e mari di parole hanno travolto la scena politica valdostana di questo ultimo mese del 2019, eppure noi giovani della Jeunesse Valdôtaine abbiamo deciso di stare in silenzio. Mai abbiamo smesso di ascoltare, leggere e confrontarci.

Abbiamo tuttavia voluto far sentire il nostro silenzio per numerose ragioni: -perché abbiamo già espresso il nostro disappunto nel Comité Fédéral (di luglio) per non aver convocato il Conseil Fédéral prima di avvallare la firma del gruppo consigliare all'accordo per la nuova maggioranza regionale con Rete Civica;

-perché non condividiamo l'approvazione della preferenza unica che accentua i personalismi (a nostro avviso già troppo presenti); -perché durante i primi 11 mesi dell'anno abbiamo preso tante posizioni "scomode".

Oggi guardiamo, dispiaciuti, e facciamo silenzio.

Un silenzio che non è sinonimo di rassegnazione bensì equivale a un sano "rien à ajouter".

Alla politica valdostana auguriamo di trovare il senso di responsabilità tanto citato nei comunicati stampa e nell'aula del Consiglio regionale, speranzosi che la serietà di chi rappresenta tutto il popolo valdostano permetta di arrivare ad approvare un bilancio regionale, che tenga in considerazione anche delle esigenze degli altri enti quali i Comuni (ricordando l'astensione al bilancio del CPEL), nel più breve tempo possibile.

Riprendendo le parole utilizzate durante il Congresso dell'UV da Marco Carrel, Animateur principal, auguriamo a tutti i valdostani un buon 2020, ricordando che la Jeunesse Valdostaine tornerà presto a organizzare incontri su tutto il territorio, consapevole che solamente attraverso il confronto possiamo lavorare al meglio per la Valle d’Aosta.

"Les projets pour avoir de la crédibilité doivent regarder aux génération à venir. Pour regarder au futur, la Jeunesse valdotaine relance forte et compacte sa disponibilité à dialoguer avec tous pour travailler avec le but de reporter les jeunes à parler de politique, pour le bien de la Vallée d'Aoste.

Trois sont donc les chemins qui tous ensembles nous devons parcourir:

Rapprocher les jeunes a la politique;

Rravailler pour l'unité de notre mouvement;

Dialoguer pour reporter les valdotains au centre de la politique de l'Union Valdotaine".

Treinadan a tcheutte

Jeunesse Valdôtaine

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore