/ Dai comuni

Dai comuni | 21 dicembre 2019, 12:02

Courmayeur: Sì del Consiglio al nuovo acquedotto tra Chiecco e La Golette

Ma il consigliere Alberto Vaglio dubita della bontà dell'intervento, 'non si tratta di una vera priorità ma di realizzare una tubazione e un vasca di carico per tre baite disabitate e che forse saranno ristrutturate'

La seduta del Consiglio comunale

La seduta del Consiglio comunale

Sarà realizzato in due tempi l’acquedotto comunale tra località Chiecco e La Golette, a Courmayeur. Lo studio di fattibilità tecnico-economica dell'opera idraulica è stato approvato dal Consiglio comunale riunitosi venerdì 20 dicembre; La delibera è passata con il voto della maggioranza, contrari invece i consiglieri indipendenti Roberta D'Amico, Alberto Vaglio  e i due consiglieri de 'La Nuova Via' André Savoye e Daniela Scalvino.

Lo studio prevedeva due possibili alternative progettuali; di queste due soluzioni una, per un costo complessivo di euro 294.660 euro, è risultata la più vantaggiosa sul piano della realizzazione idraulica ed è stata scelta definitivamente. La progettazione prevede la messa in esercizio della conduttura esistente dall’innesto posto a valle della località Plan Chécrouit in corrispondenza della pista di rientro, che andrà ad alimentare una vasca da realizzare poco a monte di località La Golette.  

"Ero convinto di votare a favore  -  spiega il consigliere Alberto Vaglio (foto a lato)- ma una volta sentita la presentazione dell'assessore ho capito che non sì tratta di una vera priorità, almeno non per il tratto che riguarda la località Golette. Si tratta di realizzare una tubazione e una vasca di carico a servizio di tre baite disabitate che presumo debbano essere ristrutturate, in una zona dove non si vive tutto l'anno. Per di più mi è stato detto che l'intervento è stato richiesto da privati".

Secondo Vaglio "il Comune sull' acquedotto ha forse altre priorità; ho l'impressione che vi sia più un interesse privato che pubblico. La vera priorità sarebbe l'acquedotto di Dolonne, che serve centinaia di abitanti".

Nel corso del dibattito l’assessore ai Lavori pubblici, Marco Vagliasindi, ha proposto un emendamento, approvato, per valutare la suddivisione dell’intervento in due lotti, di cui uno funzionale alla manutenzione dell’acquedotto esistente in località Plan Checruit e l’altro all’allacciamento della frazione della Golette.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore