/ INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ

INTEGRAZIONE E SOLIDARIETÀ | 27 novembre 2019, 17:45

Istituzioni e volontariato insieme contro la povertà

Erano 1900 ed ora sono 2200 le famiglie in difficoltà assistite dal Banco Alimentare per la Valle d'Aosta, che nella passata stagione ha raccolto oltre quattro tonnellate di derrate e le ha distribuite, tramite associazioni ed enti di volontariato. Il Banco, infatti raccoglie ma non distribuisce direttamente. Tra queste famiglie ce ne sono anche di italiane e non solo di immigrati come si sarebbe portati a pensare

L'assessore Mauro Baccega, il presidente della Regione Antonio Fosson e quello del Celva Franco Manes

L'assessore Mauro Baccega, il presidente della Regione Antonio Fosson e quello del Celva Franco Manes

A sostegno delle iniziative sociali e di sensibilizzazione portate avanti dal Banco Alimentare, che promuove ogni anno, sul territorio regionale, la Colletta Alimentare, è stata siglata una convenzione tra Regione, Assessorato della Sanità, Salute e Politiche sociali, il Celva ed il Banco stesso. L'impegno delle Istituzioni valdostane si rafforza con il supporto del Comune di Saint-Christophe, presso il quale trova sede il nuovo magazzino dell'associazione.

L'iniziativa s'inserisce all'interno del calendario di attività promosso in occasione della Giornata nazionale della Colletta Alimentare, prevista per sabato 30 novembre. “Enti locali è Regione – ha commentato il presidente del Celva Franco Manes - non si incontrano solo per questioni politiche ma anche per affrontare problemi concreti come quello della povertà.”

L’assessore Mauro Beccega ha sottolineato come siano molti gli italiani che ricorrono al sostegno delle associazioni perché in difficltà. La presidente del Banco Alimentare, Gioia Brunod ha spiegato che il 15mila auro che la convenzione prevede serviranno per fare fronte a quel periodo dell’ano, tra maggio e l’estate, in cui il magazzino resta quasi privo di cibo mentre il presidente della Regione, Antonio Fosson ha evidenziato la sinergia positiva tra istituzioni ed associazioni di volontariato.

Infine il sindaco di Saint-Christophe, Paolo Cheney, ha rivendicato il valore politico della scelta fatta dal Comune di affidare al Banco Alimentare il magazzino, uno dei più belli d’Italia, dove vengono conservate le derrate.

a. b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore