/ AGRICOLTURA

AGRICOLTURA | 26 novembre 2019, 10:45

Coltivatori valdostani temono isolamento Valle

La Federazione regionale della Coldiretti Valle d’Aosta, attraverso i suoi dirigenti e i suoi soci, esprime vicinanza e solidarietà ai colleghi agricoltori delle regioni italiane colpite da questa forte ondata di maltempo

Coltivatori valdostani temono isolamento Valle

Il maltempo che si è abbattuto anche sulla Valle d’Aosta nel corso dell’ultimo fine settimana non ha – fortunatamente - causato danni significativi alle produzioni e alle infrastrutture delle aziende agricole della regione. Lo afferma Coldiretti Valle d’Aosta da un primo monitoraggio condotto presso i soci all’indomani della due giorni di “allerta meteo” che ha creato, invece, non poche devastazioni nelle campagne del vicino Piemonte e di altre regione italiane, con migliaia di ettari di terreno coltivato finiti sotto acqua, inondazioni di serre, raccolti e vigneti distrutti, coltivazioni perdute ma anche frane, viabilità interrotta nelle strade rurali e aziende isolate e senza luce.

“Il territorio della Valle d’Aosta ha retto a questa ondata di maltempo, ma è comunque emersa la fragilità delle aree in cui le aziende agricole valdostane operano quotidianamente e che curano presidiando costantemente le aree rurali. Facciamo comunque la nostra conta dei danni dovuta all’isolamento a cui è costretta la Valle d’Aosta con un’autostrada interrotta e una viabilità intasata sulle strade regionali” hanno commentato Alessio Nicoletta e Elio Gasco, rispettivamente Presidente e Direttore di Coldiretti Valle d’Aosta.

Il riferimento esplicito riguarda la scarsa affluenza di turisti e di visitatori che si è registrata nell’ultimo fine settimana, in un periodo già prenatalizio che vede di norma la Valle tra le mete ambite del turista di prossimità, proveniente dal Nord Ovest.

“Se la gente e gli operatori turistici ritengono troppo oneroso in termini di tempo raggiungere la Valle d’Aosta finiscono per scegliere un’altra meta e a rimetterci sono tutti i settori economici valdostani. E’ un problema trasversale che va affrontato e risolto al più presto” incalzano ancora il Presidente e il Direttore di Coldiretti.

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore