/ Confcommercio VdA

Confcommercio VdA | 22 novembre 2019, 13:12

Graziano Dominidiato, Presidente di Confcommercio VdA eletto nel Consiglio Direttivo dall’Assemblea nazionale Fipe.

Con l’elezione di Dominidiato nel Direttivo Nazionale, Fipe-Confcommercio VdA, una delle maggiori e più autorevoli associazioni di riferimento sul territorio e di rappresentanza locale per il comparto turismo settore della ristorazione in genere - bar e ristoranti -, rafforza la sua posizione di interlocutore con il centro, assicurando così maggior tutela agli esercenti. Dominidiato ‘Una grande opportunità per i gestori dei pubblici esercizi dei quali mi sento il portavoce di problemi, criticità e aspettative’

Graziano Dominidiato, Presidente di Confcommercio VdA eletto nel Consiglio Direttivo dall’Assemblea nazionale Fipe.

È stata un'assemblea estremamente partecipata, quella che ha rinnovato gli organi dirigenti della Fipe, la Federazione italiana dei pubblici esercizi, aderente al sistema Confcommercio e che rappresenta circa 300.000 imprese, sviluppa un valore aggiunto di 40 miliardi di euro e occupa oltre 1 milione di addetti. Fipe Valle d’Aosta rappresenta circa 600 aziende che occupano poco meno di 2000 addetti.

Graziano Dominidiato, in primo piano, con Adriano Valieri, Direttopre Generale di Confcommercio VdA

L’Assemblea, alla quale ha preso parte oltre il 90% degli aventi diritto, ha visto la riconferma del Presidente uscente Lino Enrico Stoppani che guiderà l’organizzazione per i prossimi 5 anni.

E per i prossimi cinque anni la Valle d’Aosta sarà rappresentata nel Consiglio Direttivo. L’Assemblea ha infatti eletto anche Graziano Dominidiato, Presidente Fipe e Confcommercio Valle d’Aosta. L’elezione rappresenta il giusto riconoscimento dei risultati importanti conseguiti in Valle d’Aosta testimoniati dall’aumento degli iscritti e la leadership nella rappresentanza del settore e diventando un qualificato punto di riferimento in Valle.

Condividendo le linee guida del Presidente Stoppani, Dominidiato ha posto l’accento sui tanti problemi del comparto, precisando: “Diamo inizio al nuovo mandato ripercorrendo la strada fatta finora e definendo un senso alla direzione intrapresa. Anche il programma migliore trova garanzie solo nella serietà e nei valori delle persone che lo porteranno avanti”.

Fipe ha avuto la grande responsabilità e il merito di firmare il primo Contratto collettivo di lavoro riservato ai soli dipendenti dei pubblici esercizi, della ristorazione commerciale e collettiva e del turismo. Il primo che ha introdotto il concetto di scambio tra produttività e salario, fondato sull'inderogabile principio che prima di redistribuire la ricchezza bisogna crearla.

Commentando l’elezione negli organismi nazionali, Graziano Dominidiato ha definito la sua elezione: “Una grande opportunità per i gestori dei pubblici esercizi dei quali mi sento il portavoce di problemi, criticità e aspettative”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore