/ CRONACA

CRONACA | 15 novembre 2019, 14:55

Vivenda assicura prodotti mense certificati

Per quanto riguarda le criticità igienico-sanitarie rilevate, si è trattato di alcuni contenitori impiegati per il servizio e in attesa di essere lavati nelle apposite zone

Vivenda assicura prodotti mense certificati

In riferimento all'ispezione del NAS Carabinieri di Aosta presso il centro di cottura in Arnad, località Chamagnolaz n.10, Vivenda S.p.A. tiene a precisare che ha operato e opera in conformità alle disposizioni di legge ed alle regole contrattuali fornendo prodotti certificati e di qualità. La Vivenda S.p.A. confida che la  regolarità del proprio operato venga agevolmente e rapidamente constatata dagli organi competenti.

A seguito dell’ispezione dei Nas di Aosta, avvenuta presso il centro cottura di Arnad, l’amministrazione della Vivenda Spa desidera precisare alcune informazioni circolate sugli organi di stampa. Per quanto riguarda le criticità igienico-sanitarie rilevate, si è trattato di alcuni contenitori impiegati per il servizio e in attesa di essere lavati nelle apposite zone. Il servizio dei pasti veicolati si è svolto come di consuetudine nel pieno rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie.

In merito alle difformità riscontrate, alla Vivenda Spa preme sottolineare come sia sempre stata garantita l’alta qualità dei prodotti serviti a scuole e ospedali. La contestazione del Nas non riguarda dunque la qualità degli alimenti, ma la provenienza secondo quanto disciplinato dal capitolato d’appalto.

Preme rassicurare che Vivenda Spa utilizzi prodotti dei quali è certa la bontà, genuinità e certificazione.

La società di ristorazione collettiva tiene infine a precisare che ha sempre inteso improntare la propria attività al rispetto delle disposizioni di legge ed alle regole contrattuali, confidando che la sostanziale regolarità del proprio operato venga agevolmente e rapidamente constatata dagli organi competenti.

com.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore