/ CRONACA

CRONACA | 15 novembre 2019, 07:59

Sequestrati 250 chili di alimenti destinati a mense di scuole e ospedali valdostani

Sequestrati 250 chili di alimenti destinati a mense di scuole e ospedali valdostani

Dopo aver effettuato i controlli nelle cucine, dove tutto è risultato a norma, i carabinieri del Nas di Aosta hanno ispezionato il magazzino della società di distribuzione pasti Vivenda, ad Arnad, e hanno rinvenuto e sequestrato oltre 700 confezioni di prodotti alimentari. Si tratta di circa 250 chili di alimenti destinati alle mense che non rispondevano ai requisiti previsti dal capitolato di appalto per la fornitura di pasti alle mense ospedaliere e scolastiche valdostane.

Nella sostanza, gli alimenti sequestrati ovvero miele, formaggi, latte, olio extravergine e acqua sarebbero di provenienza europea (marchio CE) e non italiana come previsto dagli appalti; inoltre il miele invece di essere in monodosi come da capitolato era in vasetti. Si tratta comunque di alimenti di prima qualità e i prodotti bio sono spesso di origine CE per la difficoltà di reperirli sul mercato italiano; inoltre gli alimenti sequestrati figurano elencati nella relazione tecnica fornita dall'azienda nella gara d'appalto. Un sequestro, dunque, che risponde a esigenze di carattere burocratico-amministrativo piuttosto che a problematiche sulla qualità dei pasti serviti, che comunque rispettano le norme.

Il legale responsabile della Vivenda è stato denunciato all’Autorità giudiziaria di Aosta per l’ipotesi di reato di frode continuata nelle pubbliche forniture. Durante il controllo sono inoltre emerse criticità igienico-sanitarie nel magazzino che hanno comportato la contestazione di violazioni amministrative e l’imposizione all’azienda di catering di adottare misure correttive urgenti.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore