/ EVENTI E APPUNTAMENTI

EVENTI E APPUNTAMENTI | 13 novembre 2019, 12:00

La guerra di ieri e di oggi secondo Quirico e Pellizzari al Forte di Bard

L’incontro coni due giornalisti chiude, domenica 17 novembre, una stagione del Forte, che resta chiuso da lunedì 18 a venerdì 29. Riapertura sabato 30 con la nuova edizione di Vins Extrêmes

Valerio Pellizzari e Domenico Quirico

Valerio Pellizzari e Domenico Quirico

Due prestigiose firme del giornalismo italiano saranno protagoniste domenica 17 novembre, alle 16.30, al Forte di Bard dell’incontro ‘La guerra di ieri e di oggi’ nel racconto di due grandi inviati: Domenico Quirico e Valerio Pellizzari.

Nell’occasione i due giornalisti presenteranno al pubblico gli ultimi libri da loro pubblicati sul tema dei conflitti: Domenico Quirico, Che cos’è la guerra. Il racconto di chi l’ha vissuta in prima persona (Salani Editore); Valerio Pellizzari, In battaglia, quando l’uva è matura. Quarant’anni di Afghanistan (Editori Laterza).

Domenico Quirico è inviato del quotidiano La Stampa e osservatore di molti dei conflitti che stanno insanguinando l’Africa e il Medio Oriente ed ha seguito in particolare tutte le vicende africane degli ultimi vent’anni dalla Somalia al Congo, dal Ruanda alla primavera araba. 

Valerio Pellizzari, giornalista e scrittore, ha viaggiato come inviato nell’Est europeo, nel Maghreb, ma soprattutto in Asia, dal Medio Oriente fino alla Corea del Nord ed è stato testimone dei maggiori avvenimenti in quella vasta regione dalla fine degli anni ’60.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Con l’appuntamento di domenica si chiude una stagione al Forte, che sarà chiuso da lunedì 18 a venerdì 29 novembre per poi riaprire nei consueti orari, da sabato 30 novembre in occasione della nuova edizione di Vins Extrêmes, la due giorni dedicata alla valorizzazione dei vini provenienti dalla cosiddetta viticoltura eroica.

Inoltre che il Museo delle Alpi sarà chiuso al pubblico il 15, 16 e 17 novembre per interventi di manutenzione alle opere. Nelle tre giornate, gli altri spazi espositivi saranno regolarmente aperti.

A dicembre saranno due le esposizioni in partenza: dal 6 la nuova edizione di World Press Photo, legata al più prestigioso concorso al mondo di fotogiornalismo e, dal 14, On assignment, una vita selvaggia, un inedito progetto che presenta le immagini dei reportage realizzati dal fotografo Stefano Unterthiner nel periodo dal 2006 al 2017 su commissione del National Geographic Magazine.  

red. spe./ab

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore