ECONOMIA | mercoledì 20 novembre 2019 17:33

ECONOMIA | 08 novembre 2019, 22:44

Barocco e Minelli in difesa dei commercianti valdostani

Barocco e Minelli in difesa dei commercianti valdostani

Tutelare gli esercizi commerciali che operano nelle vallate della nostra regione a fronte dell'introduzione dell'obbligo della trasmissione telematica dei corrispettivi a partire dal 1° gennaio 2020 anche per i soggetti con volumi d'affari inferiori ai 400 mila euro, è l'obiettivo di una risoluzione, primi firmatari Chiaminelli e Jean Barocco e sottoscritta da tutti i gruppi, che sarà discussa nella prossima adunanza del Consiglio Valle.

In particolare, viene chiesto ai parlamentari valdostani di intraprendere tutte le azioni necessarie affinché il Ministero dello sviluppo economico modifichi la norma, prevedendo che questa non si applichi agli esercizi commerciali che sono situati nelle zone montane.

"Riteniamo importantissima - speogano Minelli e Barocco - la funzione di presidio sociale svolta dai piccoli esercizi commerciali nei nostri comuni di montagna e consideriamo profondamente ingiusta questa norma che penalizzerà non soltanto l'economia della Valle d'Aosta ma quella di tutte le regioni alpine".

La norma centrale comporta peraltro ulteriori adempimenti burocratici che rischiano di mettere realmente in ginocchio chi continua a mantenere viva la nostra montagna."Crediamo - conludono i due firmatri - che la montagna vada abitata e faremo di tutto affinché continui ad esserlo".

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore