/ CULTURA

CULTURA | 07 novembre 2019, 12:00

Musica da film per il ritorno dei Concerti Aperitivo alla Cittadella

Il flautista Stefano Maffizzoni

Il flautista Stefano Maffizzoni

Cinque appuntamenti in cinque domeniche consecutive a partire dal 10 novembre, nella consueta sede della Cittadella dei Giovani; è l’edizione 2019 dei Concerti Aperitivo. L'iniziativa, organizzata dalla cooperativa Musica & Muse, festeggia il trentesimo compleanno mantenendosi fedele alla sua formula: l’inizio sarà sempre alle 11 e con aperitivo finale, nella caffetteria della Cittadella, dove i frequentatori dei concerti potranno incontrare e socializzare con gli artisti, nella informale cornice dell’aperitivo.

La prima edizione dei Concerti Aperitivo è stata inaugurata nel 1990, nel Salone del Palazzo regionale; la rassegna si è poi spostata in diverse sedi come il Museo Archeologico regionale, la Caserma Ramirez, il Teatro de la Ville fino ad approdare all’auditorium della Cittadella dei Giovani. Negli anni si sono esibiti giovani musicisti con alle spalle una grande esperienza e sempre affiancati da artisti affermati nel circuito concertistico internazionale.

Il concerto di domenica 10 si intitola ‘Polvere di Stelle’ ed è dedicato, come è facile intuire, alle grandi colonne sonore affidate al duo Stefano Maffizzoni (flauto) e Palmiro Simonini (pianoforte).In programma non solo i grandi compositori per il cinema: Nino Rota, Ennio Morricone, ma anche brani classici utilizzati per musicare pellicole. Qui trovano spazio Giuseppe Verdi, Georges Bizet e Benedetto Marcello, quest’ultimo con il celeberrimo ‘Adagio’ inserito nella colonna sonora di Aninimo Veneziano.

Stefano Maffizzoni è nato a Roma nel 1973 si è diplomato con il massimo dei voti a soli 16 anni perfezionandosi con Gazzelloni, Nicolet e Schultz, presso l’Accademia Chigiana e l’International Sommerakademie Mozarteum Salzburg. Gli sono state dedicate numerose composizioni di musica contemporanea. Ha tenuto concerti in tutta Europa. Palmiro Simonini è stato allievo di An Li Pang all'Istituto Musicale Achille Peri di Reggio Emilia e nel 1991 ha conseguito il diploma di pianoforte al Conservatorio Boito di Parma con Roberto Cappello.

red. spe./ab

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore