/ ECONOMIA

ECONOMIA | 30 ottobre 2019, 11:29

“Facciamo rete con il GAL”, boom di domande per i bandi GAL a favore della creazione di reti turistiche

Concluso l’iter di valutazione dei progetti pervenuti in risposta al bando 16.3.2 “Cooperazione tra piccoli operatori per lo sviluppo e la commercializzazione del turismo” che vede assegnati 835.000 euro di contributi per progetti di cooperazione e sviluppo nel turismo

Alessandro Giovenzi e Marta Anello (foto Gabetti)

Alessandro Giovenzi e Marta Anello (foto Gabetti)

L’importo iniziale destinato al bando era di 800.000 euro, ma viste le numerose domande, il GAL ha provveduto ad incrementarne la dotazione, per finanziare tutti i progetti valutati positivamente.

Dei 10 progetti presentati, 8 sono stati ammessi a finanziamento, per sviluppare progetti condivisi di ideazione e promozione di un’offerta turistica in rete da operatori economici, appartenenti ai settori agricolo, agroalimentare e turistico-ricettivo.

Nasceranno così, nei prossimi mesi, 8 nuove forme aggregative impegnate nello sviluppo locale e nella promozione di un’offerta turistica sostenibile: Green Valle d'Aosta, Le vie del Gran San Bernardo, dalla Francigena al territorio, Vallée d'Aoste Emotions, Valpelline All Season, Sentieri del Lys, Kilometro Zero, Gran Balconata del Cervino e Saint-Barthelemy: vivere guardando lontano.

Itinerari turistici esperienziali per conoscere e vivere le eccellenze locali, un servizio di green mobility attraverso il noleggio di auto elettriche per scoprire il territorio, una rete sentieristica che dai vigneti porta ai ghiacciai del Monte Rosa, sono solo alcune delle iniziative progettuali presentate e che coinvolgeranno ben 73 aziende della regione.

Come evidenzia il Presidente del Gal Valle d’Aosta, Alessandro Giovenzi, “sarà importante ora seguire l’attuazione di questi interessanti progetti che, va ricordato, a livello nazionale, sono progetti pilota. Infatti, in questa programmazione, al momento, un solo altro GAL italiano ha attivato bandi per finanziare la costituzione di reti. Una scommessa vinta dal GAL e dal territorio, visti i numeri delle aziende che hanno aderito, circa 130 operanti in vari settori, che hanno proposto idee innovative per il territorio della nostra regione”.

Il GAL Valle d'Aosta si impegna fin da subito a fornire assistenza tecnica ai beneficiari dei progetti finanziati, organizzando, nel mese di novembre, un incontro formativo, con i referenti delle reti. L’obiettivo è quello di chiarire le modalità di rendicontazione delle spese, la gestione delle varianti e gli aspetti legati alla comunicazione, al fine di supportarli nella corretta gestione dei fondi e cercare di limitare il tasso di errore nelle domande di pagamento.

A tutti gli interessati si segnala infine che, a partire da lunedì 4 novembre 2019, sarà operativa la nuova sede del GAL Valle d’Aosta in piazza Chanoux 45 ad Aosta.

Files:
 16.3.2 (107 kB)

red. eco.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore