/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 29 ottobre 2019, 15:05

In Francia, l’Archipel…

In Francia, l’Archipel…

"Entreprendre à Saint-Pierre-et-Miquelon, de nouvelles perspectives de développement": è questo il titolo della conferenza che si è svolta venerdì 4 ottobre all’ICARE di Issy-les-Moulineaux, info: agence.spm@archipel-developpement.fr.

Dedicato all’economia dell’arcipelago francese in Nordamerica, il progetto - promosso da Archipel Développement e dalla Collectivité territoriale - si propone di far conoscere tutto il potenziale d’affari offerto dal territorio capace di sorprendere più di un businessman.

Normative varie, attrazioni d’impresa, acquacoltura, turismo e molto altro ancora, riguardanti SPM, saranno alcuni dei temi trattati al 31 di bd Gambetta; sì, perché le strategiche SPM (Saint-Pierre&Miquelon) stanno per essere tematica condivisa, oltreché patrimonio di business e particolarità da scoprire… Abitato da gente sobria, l’Archipel dalle tipiche abitazioni perfettamente coibentate, promette giochi di colori e contatti rigeneranti con la natura…

La riscoperta delle tradizioni, unitamente alla ‘buona cucina di un tempo’ e alla pesca, permetteranno di vivere un aspetto di SPM, in un autunno - momento ideale - per un viaggio a SPM. Proiezioni della pellicola: ‘Une histoire française de la Prohibition’ a parte; SPM destinazione d’avventura, colpisce, non lascia indifferenti, al pari di certe persone in grado di sostenere, tra Route de la Pérouse e l 'étang de Savoyard, ‘di essere persone scomparse in un lontano naufragio’; ma siamo a île Saint-Pierre, l’isola del capoluogo, ‘dove tutto è possibile in una realtà di forti suggestioni ed emozioni’. Invernali croste di neve a parte, a SPM lo sguardo cade sempre sui business. Inevitabilmente.

Notizie in valigia

Documento. Passaporto individuale in corso di validità. Se in transito dal Canada, i viaggiatori dovranno richiedere un eTA (autorizzazione elettronica al viaggio) compilando un modulo online, nel sito web Canada.ca/eta.

Come arrivare. In aereo. Air Canada (tel. 06. 83514955 , email: infoitaly@aircanada.ca) , opera con voli settimanali , da Londra-Heathrow a St.John’s /TN. Un collegamento in Boeing Parigi/Saint-Pierre (ASL Airlines), sarà operativo a inizio estate 2020! Dall’aeroporto di transito canadese, proseguimento con Air Saint-Pierre, in 45’ di turboelica. Battello express dal porto di Fortune /TN. Dove mangiare. A Saint-Pierre: Les P’tits Graviers; Restaurant Crêperie du Vieux Port . A Miquelon città: Restaurant Brian; a Langlade: Chez Janot, (a due passi dal molo traghetti). Dove dormire. A Saint-Pierre: Hôtel Jacques Cartier; Nuits Saint-Pierre; Hôtel Robert; Auberge Saint-Pierre. A Miquelon: Auberge de l’Île, ambiente tipico, noleggio bici. A tavola. Bigorneaux, chiocciole di mare, dette‘vignettes’; stoccafisso faites maison, pâté di oursins (ricci di mare), filetti di squalo; ‘cabillaud’ merluzzo fresco, crostacei e conchiglie a volontà, paëlla saintpierrais, crêpes alla bretone dolci-salate, lumache , prodotti ittici vari, croissant e squisitezze dolci di Guillard (a Miquelon: La Pâtisserie, in rue des Ateliers), bevendo il meglio offerto da una nuova-rampante cultura brassicola. Assaggiare i preparati della Maison Audouze e i formaggi caprini di Le Grand Large.

Acquisti. Les Chocolats du Caillou, confetture di ‘more’di rovi artici o camemori (‘platebière’/ mûre arctique), confetture di canneberge o graines (mirtilli rossi) e marmellate di bleuets (mirtilli), articoli in pelle di merluzzo di Cuire Océan, francobolli, quadri e Cd d’artisti locali. Idee a tema: presso la Maison du Cadeau; a Miquelon: da Art Passion; creazioni in pietra di Bernard Detcheverry e consorte, Huguette (bourg Miquelon), comprese.

Richiami turistici. A Saint-Pierre: il monumentale Calvaire, sull’omonimo belvedere;la nuova Cattedrale di S.Pietro (1905), il nuovo faro di Galantry (1970), il monumento ai Marinai scomparsi (1964), Fort Lorraine, il sito archeologico di Pointe à Henry. A Miquelon: la chiesa di Notre Dame des Ardilliers (1865), Cap Blanc, Cap de Miquelon , la laguna di Barachois sul bell’andare di Langlade agricola e boschiva. E poi: la mini terra-emersa di Grand Colombier; gli usi e i costumi locali. Imperdibile: l’île aux Marins, l’isoletta - 1.700mX700 circa - museo a cielo aperto dove ripercorrere la storia dell’Archipel con l’Archipélitude, cafétéria Jézéquel, la fortezza (1854-56) e la chiesa di Notre Dame des Marins (1874), a 15’ di navette dal molo di Saint-Pierre capoluogo. Info. Archipel Développement, rue Borda, BP 4365, 97500 Saint-Pierre & Miquelon, tel. 00508.411515.

pietro semino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore