/ Salute in Valle d'Aosta

Salute in Valle d'Aosta | 24 ottobre 2019, 14:00

L’unione fa la forza: Le Associazioni A.L.I.Ce, Alzheimer e Parkinson VdA contro malattie neurodegenerative

Martedì 29 ottobre, alle ore 17:00 presso i locali del CSV, le associazioni presentano ai loro associati e al pubblico il doppio percorso di sostegno neuropsicologico, cognitivo e fisico per i pazienti affetti dalle 3 patologie e i loro famigliari dal titolo RIPRENDITI LA MENTE, RIPRENDITI IL CORPO

L’unione fa la forza: Le Associazioni A.L.I.Ce, Alzheimer e Parkinson VdA contro malattie neurodegenerative

Le associazioni valdostane A.L.I.Ce, Alzheimer e Parkinson hanno ideato un percorso riservato ai pazienti affetti dalle 2 malattie neurodegenerative o colpiti da Ictus, e ai familiari e caregivers che con loro convivono e li accudiscono.Il progetto sociale denominato RIPRENDITI LA MENTE, RIPRENDITI IL CORPO, si suddivide in 2 parti, ognuna dedicata sia a pazienti che caregivers.

La prima parte è dedicata ai pazienti con attività dedicate al mantenimento delle capacità cognitive e comunicative, mentre la seconda parte prevede delle sedute di biodanza, a cui potranno partecipare anche i familiari, per la conservazione dell’equilibrio e delle capacità di deambulazione.

Entrambi i percorsi prevedono infine un supporto neuropsicologico con personale qualificato riservato ai familiari.

La frequenza è quindicinale per le varie attività, in modo da occupare i partecipanti con 2 sedute mensili, e si svolgerà il martedì, dalle 16.30 alle 19, presso i locali del Centro Servizio Volontariato (CSV) di Aosta, nel periodo novembre 2019 - maggio 2020.

“L’apertura del bando per la presentazione di progetti sociali proposti dalle organizzazioni di volontariato e dalle associazioni di promozione sociale, e finanziati dal Ministero del lavoro e delle Politiche sociali da parte del CSV della Valle d’Aosta, ci ha dato l’idea di federare le 3 associazioni valdostane che seguono pazienti e familiari delle malattie neurodegenerative più diffuse tra la popolazione mondiale, per proporre delle azioni concrete e utili a contrastare l’isolamento dei pazienti e dare un conforto e un aiuto nella vita quotidiana ai familiari, oltre che a cercare di contrastare il decadimento cognitivo e fisico dei malati e le preoccupazioni dei familiari,”  dichiarano le tre presidenti, Lorella Zani (A.L.I.Ce- sopra), Lucia Pontarollo (Alzheimer - in basso) e Federica Cortese (Parkinson - a destra).

“Siamo molto soddisfatte che entrambi i percorsi siano stati finanziati dal Centro Servizio Volontariato della Valle d’Aosta, al 100%. Siamo certe che questa collaborazione sia l’inizio di una importante sinergia, per rispondere ai bisogni dei nostri associati e non solo.”

Tra gli specialisti e i volontari che seguiranno i pazienti e i familiari, vi sono Daniela Lovati e Valentina Volpi, due neuropsicologhe specializzate nei percorsi di supporto ai caregivers dei malati di Alzheimer e Parkinson e persone colpite da Ictus, Brigitte Panchard, insegnante di Biodanza con esperienza quasi trentennale nell’insegnamento della biodanza, oltre ad insegnanti di musica e i volontari delle 3 associazioni.

La partecipazione ai corsi è gratuita.

Per aderire è necessario o partecipare alla riunione di martedì 29/10 presso il CSV oppure far pervenire l’adesione presso una delle tre associazioni, rivolgendosi ai seguenti riferimenti, che sono disponibili anche per eventuali chiarimenti: A.L.I.Ce:

A.L.I.Ce: aliceictus@gmail.com

Alzheimer:alzheimer.vda@libero.it tel. 0165 32882 – cell. 349 3974541  

APVDA: ass.parkinsonvda@gmail.com tel. 320 7098417 dalle 14 alle 17

red. cro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore