Consiglio Valle | giovedì 21 novembre 2019 10:32

Consiglio Valle | 20 ottobre 2019, 20:31

Dopo la Leopolda verso la Valpolda

Alla Leopolda si è visto di sfuggita anche il segretario di Stella alpina e Assessore ad Aosta Carlo Marzi per trovare possibili intese utili a una federazione Italia Viva Stella Alpina

Giovanni Sandri

Giovanni Sandri

C’era anche la Valle d’Aosta al Leopolda per il battesimo di Italia Viva fondato da Matteo Renzi che ha visto una straordinaria partecipazione. Quella valdostana è stata una partecipazione di varia rappresentanza con i quattro i coordinatori dei Circoli di azione civile: Rosanna Pesa, Antonio Pazienza, Giovan Battista De Gattis e l'ex-presidente del Pd Giovanni Sandri. Con loro anche altri ex-esponenti Pd come Gian Brignoli, Anita Mombelloni e Giovanni Germano.

E alla Leopolda si è visto di sfuggita anche il segretario di Stella alpina e Assessore ad Aosta Carlo Marzi. E da quello che si è capito è quasi certo che a breve si celebrerà chez nous la Valpolda.

Per tornare a Firenze il leader di Italia Viva Matteo Renzi ha tenuto il discorso di chiusura della decima edizione della Leopolda e subito ha attaccato Salvini. "Goditi il Papeete - ha detto - che a governare pensiamo noi". "Di fronte al diktat di Salvini dal Papeete potevamo assecondare il suo disegno perverso per mettere le mani sul Quirinale e accettare qualche spruzzatina di novità da qualcuno su liste elettorali. Ma il Paese sarebbe finito nelle mani dei sovranisti e saremmo usciti dall'euro. L'alternativa a questo era fare politica,mentre loro chiamano coerenza quel che noi chiamiamo masochismo. Sì, ho cambiato idea per salvare l'Italia da Salvini e dal salvinismo e lo rivendico", ha detto Renzi.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore