Governo Valdostano | giovedì 21 novembre 2019 01:21

Governo Valdostano | 17 ottobre 2019, 10:17

L'assessore Vierin vuole il Tour de France in Valle per l'anniversario della nascita di Maurice Garin

L’Assessore Laurent Viérin a Parigi ha presentato la candidatura congiunta Valle d’Aosta, Savoie, Haute Savoie e Valais per ospitare il passaggio del Tour de France

L'assessore Vierin vuole il Tour de France in Valle per l'anniversario della nascita di Maurice Garin

Se il Tour de France 2020 sfiora la Valle d'Aosta transitando sulle strade vicine al nostro confine, nel 2021, in occasione della 150 anni della nascita di Maurice Garin potrebbe far tappa o transitare sulle strade valdostane.

Lunedì 14 ottobre l’Assessore Laurent Viérin ha incontrato a Parigi Cyrille Tricart, responsabile delle relazioni esterne del Tour de France, per presentare ufficialmente la candidatura per ospitare una tappa della Grande Boucle in una delle edizioni dei prossimi anni in maniera congiunta tra le regioni intorno al Mont-Blanc, Valle d’Aosta, Valais, Savoie e Haute Savoie.

All’incontro, nel corso del quale l’Assessore Viérin ha ricordato che nel 2021 ricorrono i 150 anni dalla nascita di Maurice Garin, il valdostano che vinse la prima edizione del Tour de France nel 1903, erano presenti anche Cécile Ferrando, direttrice della comunicazione per Val d’Isère Tourisme, e Frederic Porte in rappresentanza di Tignes.

Nella giornata di martedì 15, poi, l’Assessore ha partecipato alla presentazione ufficiale del Tour de France 2020 su invito di Christian Prudhomme, patron del Tour.

"E’ stato un incontro molto positivo – ha commentato l’Assessore Laurent Viérin – che ci ha permesso di presentare una candidatura che riteniamo molto suggestiva e unica. La candidatura transfrontaliera tra Valle d’Aosta, Valais, Savoie e Haute Savoie collegata alla figura storica di Maurice Garin è stata considerata positiva e ha suscitato attenzione sia per la proposta di un percorso intorno al Monte Bianco sia perché gli organizzatori hanno dichiarato interesse per una eventuale partenza del Tour dall’Italia".

Il Tour rappresenta, infatti, un rilevante palcoscenico mondiale promozionale ed è il terzo evento sportivo mondiale dopo Olimpiadi e mondiali di calcio  e poterlo ospitare ci permetterebbe di ottenere una grande visibilità in un contesto di fortissimo richiamo non soltanto sportivo, ma anche turistico ed economico.

Durante l’incontro oltre al deposito ufficiale della candidatura congiunta e del dossier tematico con la definizione delle tappe, è stato illustrato lo spirito del progetto che unisce, attorno a questa idea, le regioni della Savoia storica attorno al Monte Bianco con al centro la Valle d’Aosta, terra di origine di Maurice Garin.

"Il dossier – conclude l’Assessore Laurent Viérin – ha suscitato l’interesse degli organizzatori del Tour e nel prossimo periodo si svolgeranno altri incontri per far avanzare questo ambizioso progetto".

red. spr.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore