CULTURA | domenica 20 ottobre 2019 21:45

CULTURA | 08 ottobre 2019, 15:14

Dalla Valle d'Aosta alla Sicilia gli astri hanno sempre modellato l'arte

Il professor Guido Cossard un dei più autorevole archeoastronomi in attività e che a Bari relazionerà allineamenti astronomici lunari di Saint Martin de Corleans

Il professor Guido Cossard un dei più autorevole archeoastronomi in attività e che a Bari relazionerà allineamenti astronomici lunari di Saint Martin de Corleans

Le pietre forate della Sicilia occidentale, gli allineamenti astronomici lunari di Saint Martin de Corleans ad Aosta, o la determinazione della fondazione di un tempio a Vishnu nel Rajasthan grazie all'eclissi solare del 975 d.C.: sono alcuni dei temi e delle scoperte che verranno presentate al convegno della Società italiana di Archeoastronomia (Sia), in programma dal 10 al 12 ottobre presso il Centro Polifunzionale Studenti dell'università di Bari.

In questa edizione del congresso spiccano i lavori dedicati al megalitismo siciliano, al complesso preistorico del capoluogo della Val d'Aosta e i complessi cultuali di età nuragica. Tra le novità anche un aggiornamento al catalogo dei siti di interesse archeoastronomico della Trinacria, con il trilite Porta del Sole a Custonaci (Tp), presente in un quadro della scuola di Antonello da Messina, e in uno spettacolare campo di menhir allineati agli equinozi e ai solstizi a Cerami (EN).

"Si può presumere - afferma Elio Antonello, presidente della Sia - che ogni comunità preistorica in Sicilia avesse un suo proprio calendario. Sono infatti iniziate ad emergerne numerose e solide testimonianze".

L'antico tessuto che lega il cielo e gli uomini è molto vivo anche in Puglia, come dimostrano le relazioni che saranno dedicate agli allineamenti solstiziali del Castello normanno-svevo di Sannicandro, alle ierofanie della Cattedrale di San Sabino a Bari e della chiesa di S. Margherita a Bisceglie e al sito dolmenico di Monte Sant'Angelo nel Gargano.

Tra gli altri argomenti che verranno toccati nel convegno, ci sarà anche la possibile datazione della fondazione di un tempio hindu di Kiradu, orientato in direzione dell'alba del 9 agosto 975, quando una iscrizione epigrafica locale segnala un'eclissi di sole che sembra aver motivato il dono del monumento alla città da parte del re Vakpati II, e la scoperta di una eclissi anulare di sole nell'anta sinistra del trittico di Bosch sulle Tentazioni di Sant'Antonio a Lisbona dedicata alle vicende della Passione.(ANSA).

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore