Consiglio Valle | martedì 15 ottobre 2019 07:03

Consiglio Valle | 04 ottobre 2019, 18:22

Parte dalla mobilità sostenibile il futuro di VdA Fossil Fuel Free

Il Consiglio regionale, nella seduta del 3 ottobre 2019, ha approvato, con 23 voti a favore (AV, UV, SA, PNV-AC-FV, RC-AC, M5S), 2 contrari (Luboz e Lucianaz di Lega VdA) e 10 astensioni (Lega VdA, Mouv', ADU-VdA e Misto), un testo di legge in materia di principi e disposizioni per lo sviluppo della mobilità sostenibile

Il Consiglio Valle ha approvato una legge per incentivare la mobilità sostenibile, ma ad Aosta le piste ciclabili urbane sono meno che un sogno. Con la Giunta Centoz sono un'utopia.

Il Consiglio Valle ha approvato una legge per incentivare la mobilità sostenibile, ma ad Aosta le piste ciclabili urbane sono meno che un sogno. Con la Giunta Centoz sono un'utopia.

“Si è trattato di un processo lungo frutto di tanti confronti e discussioni. Rappresenta un piccolo passo verso l'ambiente”. È il commento di Jean Barocco, relatore della legge che ha visto il contributo di gruppi di lavoro, confronti con esperti, rappresentanti di diverse categorie economiche, come  Confindustria, CNA e Confcommercio, Ordini professionali.

Relatore Barocco, nonostante il coinvolgimento imperversano le polemiche politiche

“Abbiamo  lavorato  in gruppo, poi le polemiche ci sono sempre,  ma noi preferiamo giungere ad un risultato a favore dei Valdostani”.

In concreto cosa prevede il provvedimento?

“Sostanzialmente vuole modificare dei comportamenti attraverso un sistema premiante, in Italia, il 90% delle leggi di mobilità ha caratteri incentivante”.

Si spieghi…

“É un sistema incentivante in quanto considera quale mezzo per cambiare il nostro parco di veicoli, ma la norma definisce anche i principi e i valori che delineano il campo d'azione a favore di una nuova mobilità a favore dell'ambiente”.

Cioè?

“Pensiamo di poter raggiungere gli obiettivi prefissati per far diventare la nostra regione Fossil Fuel Free grazie alla collaborazione dei valdostani”.

Parliamo di incentivi sono previsti per l’acquista degli automezzi…

“La lista è lunga; tra l’altro sono previsti per  l’acquisto di veicoli a bassa emissione (veicolo che produce emissioni di Co2 non superiori a 70 gr/Km) nuovi di fabbrica e immatricolati in Valle d’Aosta; per l’acquisto di veicoli a bassa emissione usati, purché acquistati presso concessionarie; per ) il leasing e il noleggio a lungo termine di veicoli a bassa emissione immatricolati sul territorio nazionale”.

A quanto ammontano i contributi?

“Anche in questo caso vi sono varie fasce: sono concessi contributi pari, al massimo, al 25 per cento della spesa ammissibile e, comunque, per un importo non superiore a: 6.000 euro a veicolo per i soggetti privati non esercenti attività economica; 10.000 euro a veicolo per i soggetti privati esercenti attività economica non attinente al trasporto di passeggeri; 15.000 euro a veicolo per i soggetti privati esercenti attività economica attinente al trasporto di passeggeri".

Per il leasing ed il noleggio a lunga durata. sono concessi contributi pari, al massimo, al 35 per cento del valore contrattuale dei primi tre anni del contratto, per un importo non superiore a euro 6.000.

Per chi si muove in bicicletta?

“La Regione incentiva, attraverso la concessione di contributi a fondo perduto l'acquisto di veicoli a pedalata assistita e di veicoli per la micromobilità elettrica”.

Ovvero?

“Sono concessi contributi pari al massimo rispettivamente, al 50 per cento della spesa ammissibile, nella misura massima di 700 euro, per ogni veicolo a pedalata assistita nuovo di fabbrica, e al 50 per cento della spesa ammissibile, nella misura massima di 300 euro, per ogni veicolo destinato alla micromobilità elettrica nuovo di fabbrica”.

La legge prevede, inoltre, contributi per l’installazione di stazioni di ricarica domestiche; a fondo perduto nella misura massima di 1.000 euro per l’acquisto e l’installazione di stazioni di ricarica domestiche per veicoli elettrici.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore