Dai comuni | domenica 20 ottobre 2019 22:05

Dai comuni | 27 settembre 2019, 09:06

Courmayeur: Maggioranza latita opposizione assicura numero legale in Consiglio comunale

Il Consiglio comunale del 26 settembre 2019 ha dimostrato ancora una volta tutta la debolezza dell'attuale amministrazione. In un seduta la cui data di convocazione è stata fissata con 20 giorni di anticipo, la maggioranza non è stata in grado di garantire il numero legale, al di là di tutte le valide motivazioni fornite a giustificazione degli assenti

Alberto Vaglio

Alberto Vaglio

“Solo la responsabilità dei consiglieri di opposizione ha permesso di poter audire il Cda dimissionario della CSC e valutare la situazione della società, braccio operativo fondamentale nella gestione della politica turistica comunale. Spero che il Sindaco abbia capito che l'aver sottovalutato la perdita di due consiglieri di maggioranza è stato un errore.......uno di tanti commessi in questi due anni di amministrazione”. Alberto Vaglio, consigliere di minoranza, commenta così la latitanza dei consiglieri della maggioranza per vari motivi assenti; e nasce il sospetto che alcune assenze siano segnali politici al sindaco Stefano Miserocchi.

Dall’incontro con il CdA della CSC è chiaramente emerso che l'introduzione del CdA al posto di un Amministratore Unico, non ha prodotto cambiamenti e benefici nella gestione della CSC, anzi ha dimostrato che in questo anno di gestione, da metà 2018 ad oggi, si è limitato a portare avanti le attività ordinarie e, dal punto di vista turistico, replicare tutto quello già fatte negli anni passati, cambiandogli semplicemente nome.

Per Alberto Vaglio sarebbe opportuno “tornare ad un amministratore unico di buone capacità, affinché possa governare con attenzione una società in house che sta diventando sempre più complessa e difficile”. Sottolinea Vaglio: “Naturalmente per fare ciò ci vuole la persona giusta e non credo che questa amministrazione sia in grado di trovarla. Vedremo chi nomineranno sabato nel nuovo Cda. Non dovessero esserci i due consiglieri uscenti come sembra, sarebbe una chiara bocciatura del loro lavoro”.

Il consigliere Vaglio rincara poi la dose: “Sul settore turismo, in particolare, la situazione è imbarazzante in quanto è chiaramente emersa la mancanza di una nuova visione strategica di questa amministrazione, incapace di dare alla società indirizzi precisi e di ampio respiro per il futuro”. Infatti, tutte le attività sono state svolte in totale continuità con quanto aveva impostato l'amministrazione del sindaco Fabrizia Derriard. (nella foto)

“E non esattamente quello per cui Esprit Courmayeur aveva vinto le elezioni”, commenta Vaglio, eletto nella lista di Esprit Courmayeur, ma che ha abbandonato.

La discussione in Consiglio, è stata anche l'occasione per dimostrare alcune problematiche riguardanti la gestione amministrativa, con particolare riferimento ad una gara di appalto di livello europeo appena svolta e soprattutto per quanto riguarda l'assunzione del personale. A tal proposito Alberto Vaglio ribadisce: “Ritengo che si continuino a prendere in giro i nostri giovani illudendoli di poter accedere ad un'assunzione a tempo indeterminato quando, invece, i bandi sono di fatto costruiti per regolarizzare il personale con contratto a tempo determinato”.

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore