Confcommercio VdA | domenica 20 ottobre 2019 21:56

Confcommercio VdA | 25 settembre 2019, 15:56

Lo sviluppo sviluppo sostenibile è nel dna del terziario

Dominidiato 'L’attenzione concreta ai temi ambientali – sostenuta con forza da Confcommercio – è un aspetto irrinunciabile dell’attività imprenditoriale del commercio, del turismo e dei servizi ed offre a clientela e stakeholder una garanzia di responsabilità, affidabilità e qualità'.

Graziano Dominidiato

Graziano Dominidiato

Il 98% delle imprese dell'area Nord Ovest e' a conoscenza della direttiva europea che vieta la plastica monouso dal 2021, il 93% ha un'opinione favorevole e il 73% sta adottando spontaneamente politiche di riduzione dell'utilizzo di prodotti in plastica monouso.

Emerge da una ricerca Format Research su un campione di imprese del turismo e del commercio alimentare anticipata da Confcommercio che oggi ha sottoscritto il protocollo lombardo per lo sviluppo sostenibile.

"Lo sviluppo sostenibile e' ormai nel DNA delle imprese del terziario, e' un'evoluzione culturale che si traduce sempre piu' in azioni a favore dell'ambiente, con ricadute positive anche sul piano economica - ha detto Carlo Sangalli presidente di confcommercio Lombardia - L'attenzione concreta ai temi ambientali tre, sostenuta con forza da Confcommercio e' considerata un aspetto il rinunciabile dell'attivita' imprenditoriale, del commercio e del turismo e dei servizi".

Confcommercio VdA, in collegamento con Confcommercio Lombardia, è al lavoro per elaborare un Decalogo di Buone Pratiche per le imprese, perché, spiega Graziano Dominidiato, Presidente di Concommercio VdA, "L’attenzione concreta ai temi ambientali, sostenuta con forza da Confcommercio, è un aspetto irrinunciabile dell’attività imprenditoriale del commercio, del turismo e dei servizi ed offre a clientela e stakeholder una garanzia di responsabilità, affidabilità e qualità”.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore