CRONACA | mercoledì 16 ottobre 2019 22:31

CRONACA | 16 settembre 2019, 15:59

Un esperto di 'ndrangheta al comando dei carabinieri di Aosta

Un esperto di 'ndrangheta al comando dei carabinieri di Aosta

Proviene dal comando generale dell'Arma dei carabinieri di Roma, ma nella sua carriera ha lavorato per nove anni in Calabria, dove ha guidato, tra l'altro, il Ros di Catanzaro. Il tenente colonnello Carlo Lecca, nuovo comandante del Gruppo Aosta dei carabinieri, si è presentato alla stampa.

"Ad Aosta - ha detto -, la realtà è certamente diversa, ci sono altre dinamiche, ogni territorio è connotato da dinamiche diverse. Non è detto che Aosta sia meno importante, meno pericolosa, o sia meno difficoltosa della Calabria. Anzi, a volte laddove si sta meglio o dove c'è tranquillità forse ci possono essere delle dinamiche che possono essere più insidiose. Questo lo vedremo". Rispetto al contrasto alla 'ndrangheta in Valle d'Aosta (come nel caso delle recenti operazioni Geenna e Altanum) "posso fare leva sulle conoscenze pregresse. In nove anni di Calabria ho imparato come ragiona la consorteria mafiosa di quelle zone, come si muovono, come si infiltrano. Quindi diciamo che è un valore aggiunto per me".

"Però - ha spiegato Lecca - quell'organizzazione in un territorio come questo magari ha cambiato un po' il modo di fare. Mentre in Calabria ogni città ha la sua organizzazione, nei paesi fuori, come qui ad Aosta, ci sono diverse famiglie della Calabria. Quindi bisogna vedere anche qui come si muovono. Ecco, questa è una novità per me". In Calabria, ha detto Lecca (ricordando che la sua attuale moglie è "calabrese") c'è un "sistema: ogni cosa che devi avere dalla pubblica amministrazione in generale, e che è tuo diritto avere, passa come un favore che ti fanno". Si tratta di un "sistema di vita che poi porta a delle conseguenze". Tra i capisaldi dell'azione dell'Arma in Valle d'Aosta, Lecca ha annunciato "la capillarità sul territorio" e il suo "controllo, anche con le pattuglie appiedate", oltre al "contrasto alla violenza sulle donne". (ANSA).    

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore