CRONACA | sabato 21 settembre 2019 20:01

CRONACA | 11 settembre 2019, 18:47

Crack immobiliare a Gressoney, imputato condannato a quattro anni di carcere

Il pm Eugenia Menichetti

Il pm Eugenia Menichetti

Per bancarotta fraudolenta il tribunale di Aosta ha condannato a quattro anni di carcere Pantaleone Parlato, di 58 anni, ex carabiniere originario di Tramonti (Salerno). Il coimputato, Giancarlo Pignocchino (61) originario di Candia Canavese (Torino), è stato assolto.

La vicenda riguarda il fallimento - con un buco di circa 4,5 milioni di euro - della Stolemberg srl, società che acquistò l'immobile della vecchia stazione della seggiovia, in località Staffal, a Gressoney La Trinité, per trasformarlo in una residenza turistico alberghiera.

Una "vicenda complessa" dietro la quale "c'è stato un omicidio. Non sappiamo fino a che punto il movente sia legato a Stolemberg srl ma sappiamo che è avvenuto proprio dopo che" un ex socio "si rivolge a Salvatore Germanò", vicino alla 'ndrangheta secondo gli inquirenti, "per avere aiuto da parte sua, per riottenere indietro le quote della società e Germanò si impegna a fare pressione" e "poco dopo viene ucciso", ha detto in aula il pm Eugenia Menichetti, titolare del fascicolo d'inchiesta.

ansa-rava

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore