FEDE E RELIGIONI | sabato 21 settembre 2019 20:07

FEDE E RELIGIONI | 09 settembre 2019, 09:00

PAPA: Non c’è tutela dell’ambiente senza giustizia sociale

PAPA: Non c’è tutela dell’ambiente senza giustizia sociale

Non ci può essere «un vero approccio ecologico» né «una concreta azione di tutela dell’ambiente» senza «una giustizia sociale che garantisca il diritto alla destinazione comune dei beni della terra alle generazioni attuali, ma anche a quelle future». Nel primo appuntamento pubblico in Madagascar, dove è giunto nel pomeriggio di venerdì 6 settembre a conclusione della visita in Mozambico, Papa Francesco ha rinnovato il suo pressante appello per la cura del creato.Alle autorità politiche e civili malgasce, incontrate sabato mattina ad Antananarivo, il Pontefice ha ricordato che oggi «non ci sono due crisi separate, una ambientale e un’altra sociale, bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale».

Da qui la denuncia di «tutte le forme endemiche di corruzione e di speculazione che accrescono la disparità sociale» e generano «condizioni di povertà disumana». Dal Papa è giunto anche un ulteriore monito contro la «omogeneizzazione culturale» che deriva da una globalizzazione incapace di valorizzare «le priorità e gli stili di vita originari» di un popolo e di salvaguardarne la ricchezza.La mattinata di Francesco si è conclusa tra le suore contemplative riunite nel monastero delle Carmelitane scalze, dove, in un clima di paterna familiarità, il Pontefice ha aperto il suo animo alla confidenza personale, richiamando la vicenda di santità di Teresina di Lisieux e raccontando il suo legame spirituale strettissimo con la religiosa francese patrona delle missioni.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore