Governo Valdostano | domenica 22 settembre 2019 04:32

Governo Valdostano | 31 agosto 2019, 12:41

Più efficiente il potenziamento scolastico per chi ha problemi di apprendimento

Più efficiente il potenziamento scolastico per chi ha problemi di apprendimento

"L’analisi dei risultati raccolti  ha suggerito l’attivazione di specifiche azioni di formazione, proposte ad inizio di ogni anno scolastico, con l’obiettivo di approfondire e migliorare la conoscenza del Protocollo, supportare gli interventi per una sua corretta applicazione e mettere in rete prassi virtuose".

L'assessora alla Pubblica Istruzione, Chantale Certan spiega l'addozione di nuove strumenti per la rilevazione precoce di difficoltà di apprendimento nella scuola dell’infanzia – ultimo anno – e nel primo anno della scuola primaria.Modica, sostanzialmente il protocollo d’intesa per l’attività di individuazione precoce dei casi sospetti di disturbo specifico dell’apprendimento approvato con deliberazione della Giunta regionale nel 2014, che entraà in vigore con l'imminente inzio dell'anno scolastico.

Le nuove indicazioni sono emerse a seguito del lavoro svolto dal Comitato Scientifico sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), che ha realizzato azioni di monitoraggio relative all’applicazione di queste linee guida, che hanno registrato una risposta corale e partecipativa delle istituzioni scolastiche, sia attraverso questionari on line sia ai due incontri in presenza.

Il documento che abbiamo approvato oggi rappresenta l’esito di un lavoro sinergico e costruttivo che ha coinvolto negli anni numerosi insegnanti".Il Comitato Tecnico Scientifico sui Disturbi specifici di apprendimento, previsto all’art. 3 della Legge regionale 12 maggio 2009, n. 8 "Disposizioni in materia di disturbi specifici di apprendimento", negli ultimi quattro anni, ha realizzato un monitoraggio sistematico sull’applicazione del “Protocollo d’intesa per l’attività di individuazione precoce dei casi sospetti di disturbo specifico dell’apprendimento.

"Il Comitato - conclude la signora Certan - Cetan - ha ritenuto opportuno modificare gli Schemi di osservazione – scuola dell’infanzia ultimo anno e scuola primaria primo anno, per fornire suggerimenti concreti in ambito organizzativo/didattico e per agevolare e uniformare l'applicazione del Protocollo sul territorio regionale".

red. pol/ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore