CULTURA | mercoledì 18 settembre 2019 14:09

CULTURA | 29 agosto 2019, 21:37

Jovençan: Un racconto per scoprire il proprio essere comunità

Dal 3 al 7 settembre a Jovençan la prima residenza di ricerca, promossa da Associazione La Fournaise nell’ambito del progetto Studi sul Qui, in collaborazione con l’Associazione framedivision, con il sostegno del Comune di Jovençan

Jovençan: Un racconto per scoprire il proprio essere comunità

Studi sul qui è un progetto ideato e promosso da Associazione La Fournaise, in collaborazione con framedivision e sostenuto dal Comune di Jovençan. L’obiettivo è creare un racconto della comunità, legato alle esperienze individuali dei luoghi.

Nella prima fase del progetto i ricercatori di La Fournaise hanno iniziato a lavorare raccogliendo materiali e testimonianze, creando la base di una mappa del paese. Nella seconda parte del progetto, Associazione La Fournaise ha invitato, per i primi giorni di settembre del 2019, un gruppo di ricercatori e artisti a trascorrere una settimana a Jovençan e contribuire al racconto del luogo. Una “residenza di ricerca” (simile alle più note residenze artistiche), durante la quale ciascuno sarà libero di lavorare utilizzando i propri metodi e strumenti, per poi contribuire assieme a una mappa della comunità.

Un progetto innovativo, che per la prima volta sperimenta un lavoro sul campo in comune tra artisti e ricercatori.

Protagonisti del progetto saranno ricercatori e artisti di provenienza italiana ed internazionale, che, coordinati da Daniele Ietri, si impegneranno a studiare e conoscere il territorio di Jovençan.

Alla residenza di ricerca partecipano: Tobias Boos (geografo, Libera Università di Bolzano), Alexine Dayné (performer, presidente di framedivision), Daniele Ietri (professore ordinario di geografia, Libera Università di Bolzano), Paolo Martelli (filmmaker), Eleonora Mastropietro (documentarista e ricercatrice in geografia, Università degli Studi di Milano), Daniela Salvucci (ricercatrice in antropologia, Libera Università di Bolzano), Paola Zaramella (regista teatrale), Alessio Zemoz (fotografo e responsabile di progettoSKIA), Dorothy Louise Zinn (professore associato di antropologia, Libera Università di Bolzano).

Tra il 3 e il 7 settembre i ricercatori e gli artisti dialogheranno con luoghi e persone del paese per proporre, al termine della settimana, un racconto di Jovençan ciascuno dal proprio punto di vista.

I dzoensaens incontreranno questi “ospiti speciali” e i loro racconti nel corso di una serata di presentazione pubblica dove saranno proposte narrazioni, performance e immagini su Jovençan e i suoi abitanti.

La serata si svolgerà, nella formula di un apéro-débat, il 6 settembre alle ore 20, nella piazza adiacente al Comune di Jovençan.

Sarà possibile conoscere tutti i dettagli del progetto e seguirne le fasi di realizzazione attraverso la pagina del sito di La Fournaise (www.lafournaise.it) e attraverso i suoi canali social (facebook: @associazionelafournaise; twitter  e Instagram: fournaise_media)

red. spe/il

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore