/ Dai comuni

Dai comuni | 19 agosto 2019, 09:11

Gignod: Al Planet vergognoso centro espositivo di rifiuti

Planet come tanti quartieri e centro storici di città dove la raccolta dei rifiuti è un’optional come Roma e Napoli? Eppure Gignod non è amministrato da Virginia Raggi

Nelle foto il centro espostivo rifiuti a Planet

Nelle foto il centro espostivo rifiuti a Planet

Disinteresse, inciviltà, incuria menefreghismo amministrativo fanno del Planet, una frazione del comune di Gignod, un vergognoso centro espositivo di rifiuti. Le foto che sono giunte in redazione da alcuni giorni sono un vero catalogo di quanto avviene nella piccola frazione che pure esprime una consigliera di minoranza Stefania Vevey.

Più volte la minoranza ha sollecitato la Giunta ed il sindaco perché intervenire per porre rimedio alla vergognosa situazione, ma tutto è stato inutile. Un problema sollevato più volte, anche nel 2016 con una interpellanza con la quale chiedevano la riattivazione del sistema esistente ma non funzionante. Allora è stato detto che sarebbe stato affittato un sistema dalla Comunità montana. Ma nulla è stato fatto. Nemmeno il messo comunale viene mandato a verificare la situazione.

L’impresa De Vizia, che ha in appalto la raccolta rifiuti, interviene solo se chiamata dall’amministrazione in qunto l’intervento straordinario prevede nuovi esborsi per il comune.

“Ci sono residenti – commenta Erik Bionaz, capogruppo dell’opposizione – che non depositano i rifiuti proprio per non peggiorare la situazione che emana miasmi e crea problemi igienici”.

Stefania Vevey, consigliera di Planet, ha più volte sollecitato la Giunta ma inutilmente e alla fine è stata rimossa dal gruppo whatsApp proprio per non disturbare il manovratore.

Planet come tanti quartieri e centro storici di città dove la raccolta dei rifiuti è un’optional come Roma e Napoli?

Eppure Gignod non è amministrato da Virginia Raggi. L’inciviltà domina ovunque dove non c’è prevenzione, repressione e senso di responsabilità civica.

A Planet il sistema di video sorveglianza è spento e l’inciviltà di pochi prospera nell’humus dell’inefficienza amministrativa.  

pi.mi.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore