ATTUALITÀ | martedì 17 settembre 2019 11:27

ATTUALITÀ | 19 agosto 2019, 19:03

Un fine settimana diverso: scegli Varese con il “Gran Premio” dedicato all'ippica e le sue tante mostre e attrazioni

Il 68° Gran Premio Città di Varese presso lo storico ippodromo, l'arte di Renato Guttuso e la città giardino di Nature Urbane: una Varese tutta da scoprire

Un fine settimana diverso: scegli Varese con il “Gran Premio” dedicato all'ippica e le sue tante mostre e attrazioni

Varese si conferma una delle città più poliedriche di Italia con un'estate che vede come protagonisti l'arte, lo sport e la bellezza della natura.

Una delle principali attrazioni della città è lo storico ippodromo, ultimamente al centro di un piano di rilancio da parte della sua Società. Il clou della stagione 2019 sarà il 31 agosto, giorno in cui andrà in scena il 68° Gran Premio Città di Varese. Per tutti gli appassionati, ma anche per i curiosi che si avvicinano al mondo dell'ippica, gli occhi sono puntati sui meravigliosi cavalli di 3 anni e oltre che parteciperanno al tradizionale Handicap Principale sulla lunga distanza dei 2250 metri nelle bellissime sette corse in programma.

Anche la ristorazione è stata progettata per essere all'altezza dell'evento, affidata alla sapiente gestione di ArtCoffée, ma le novità dell'edizione 2019 sono molte: a partire dalla madrina-ospite d’onore della serata, la cantante Fiordaliso, ai cavalli della Polizia di Stato che interagiranno con il pubblico, nel parterre. Al termine dell’ultima corsa terrà un concerto di 50 minuti per tutti gli spettatori. Anche quest’anno Città di Varese farà rima con la beneficenza, la manifestazione sarà infatti abbinata alla Onlus U.V.I., Unione Volontari per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Chi sceglierà Varese il 31 agosto potrà inoltre avere la possibilità di ammirare le opere di Renato Guttuso, che fino alla fine del 2019 saranno esposte presso i Musei Civici di Villa Mirabello. Venticinque dipinti saranno per la prima volta presentati a Varese nelle sale della villa settecentesca che domina i Giardini Estensi, in un percorso a temi che permetterà di valorizzare le opere che appartengono alla collezione Pellin. Guttuso frequentò per trent’anni, a partire dal 1953, lo studio di Velate a Varese: il territorio fu fonte d’ispirazione e di creazione di opere di grande valore come la La Vucciria, che racconta la città di Palermo, ma venne dipinta nella città giardino.

Anche le città giardino saranno centro di un evento che si prepara a chiudere l'estate di Varese: dal 20 al 29 settembre 2019 torna Nature Urbane, Festival del Paesaggio. Quest’anno saranno 22 le ville private aperte, con più di 160 visite guidate.

Una Varese da non perdere e tutta da scoprire per un weekend diverso, adatto a tutti gli amanti dello sport, dell'arte e non solo.

i consigli di nonna luisa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore