CULTURA | lunedì 19 agosto 2019 08:34

CULTURA | 12 agosto 2019, 17:00

Les Chevaliers de Arpitan a Trento per rievocazione Mercenari svizzeri

Sabato 10 e domenica 11 agosto 2019, il più esteso complesso fortificato del Trentino ha riproposto la vita militare del ‘500 con guerrieri e armigeri pronti a dare vita ad un incontro tra rievocatori storici del Cinquecento

Da sinistra Camillo Gorret e Mattia Cubito. Nell'articolo il Castel Besseno

Da sinistra Camillo Gorret e Mattia Cubito. Nell'articolo il Castel Besseno

Proseguono le presenze fuori Valle dell’Associazione di Rievocazione Storica  Cinquentesca  de LES CHEVALIERS DE ARPITAN  all’interno di alcune tra le più belle dimore castellane del Trentino, il Castello di Beseno (TN) dove viene proposto da anni al pubblico un tuffo nel passato  nel ‘500, in quest’occasione -  pronto a rivivere negli spazi del castello.

Seguendo il filo conduttore di una proposta che nel corso degli anni ha richiamato a Castel Beseno migliaia di spettatori, sono tornati ad animare gli ampi spazi aperti dell’antica fortezza gruppi di rievocazione storica provenienti da tutta Europa.

E' stata inoltre ricostruita la vita castellana di un tempo, con tende e soldati, armi, abbigliamento, attrezzature d’epoca, guerrieri in arme e figuranti in costume, impegnati a far rivivere gli anni in cui il castello fu protagonista di importanti vicende che hanno segnato la storia, hanno riportato all’oggi la vita quotidiana del Cinquecento.

Nel corso di due intense giornate si sono alternate le esibizioni dei Gruppi di rievocazione storica, e la piazza grande del castello è stata teatro di combattimenti, esibizioni equestri, duelli, assalti. Sono stati inoltre allestiti accampamenti con tende, cucine da campo, armerie e laboratori artigianali che hanno consentito la rievocazione di veri e propri spaccati di vita militare e civile. Il visitatore ha potuto interagire con soldati, cavalieri, vivandiere e artigiani che l'hanno accompagnato in un approfondito viaggio nella storia del castello. Senza ovviamente dimenticare la parte gastronomica, con la possibilità per il pubblico di gustare i cibi ispirati all’epoca.

Inoltre, la rievocazione rinascimentale di Castel Beseno è stata l' occasione per ricordare il 500mo anniversario della morte del grande genio vinciano, offrendo al pubblico la visione di alcuni modelli a grandezza naturale delle macchine da guerra inventate da Leonardo da Vinci, accompagnati da interessanti momenti di approfondimento sulla sua figura di artista e inventore.

c.g/ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore