Consiglio Valle | sabato 24 agosto 2019 19:07

Consiglio Valle | 09 agosto 2019, 20:34

Papa preoccupato per ipotesi elezioni anticipate

Il sovranismo ‘è un atteggiamento di isolamento un'esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre’

Papa preoccupato per ipotesi elezioni anticipate

Un appello per una politica che si occupi del bene comune e non viri verso errori fatti nel passato arriva poi da Papa Francesco. Il pontefice in una intervista a La Stampa si dice "preoccupato perché si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934"; il sovranismo "è un atteggiamento di isolamento", "un'esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre".

Per il Papa pericolosi sono anche i populismi: "una cosa è che il popolo si esprima, un'altra è imporre al popolo l'atteggiamento populista”. Il Paese si prepara a una campagna elettorale che si prevede senza esclusioni di colpi, scrive l'Osservatore Romano. Durissima l'analisi di Famiglia Cristiana: "In autunno pagheremo il conto (salatissimo) di una campagna elettorale permanente. Deficit, debito, contenzioso con la Commissione europea, crescita zero, mercati internazionali, spread, contratti, rivolte sociali. Scende nel vivo della crisi il gesuita Francesco Occhetta che su Civiltà cattolica firma le analisi sulla politica italiana.

"L'interesse del Paese è superiore a quello delle singole forze politiche", sottolinea padre Occhetta. "La Lega con il vento in poppa - commenta - vuole il prima possibile andare ad elezioni ma più urgenti delle elezioni sono la legge di bilancio che chiederà sacrifici per compensare le spese fatte, la riforma della riduzione dei parlamentari e una legge elettorale proporzionale per non ripetere gli errori del passato". "Salvini primo ministro italiano: un pensiero che fa venire la pelle d'oca".

Non usa mezzi termini per commentare la crisi di governo in Italia e l'eventuale futuro ruolo del ministro degli Interni il sito del telegiornale del primo canale pubblico Ard. In generale la situazione politica italiana ha grande risalto sui media tedeschi, come su quelli di tutto il mondo. Il settimanale Der Spiegel e il quotidiano Sueddeutsche Zeitung (Sz) sottolineano le incertezze sul fatto che le elezioni possano tenersi a breve.

"Il governo italiano è alla fine, ma il ministro dell'Interno Salvini non ancora alla meta", sottolinea lo Spiegel: dalla realizzazione dell'obbiettivo di "sotterrare il capo di governo Conte lo separano i parlamentari in vacanza e il presidente Mattarella".

red. pol.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore