AMBIENTE | domenica 18 agosto 2019 18:02

AMBIENTE | 06 agosto 2019, 17:00

Docenti valdostani si sono confrontati con Parmitano su cambiamenti climatici

Docenti valdostani si sono confrontati con Parmitano su cambiamenti climatici

Forte e corale la risposta all’intervento di Luca Parmitano giunge dall’Associazione degli Insegnanti di Scienze Naturali (ANISN), insieme agli scienziati della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli.

Il gruppo è riunito nella città campana in un workshop conclusivo del progetto biennale School for Inquiry, promosso e finanziato dal MIUR, con la finalità di creare e sostenere una rete nazionale di scienziati ed insegnanti che, attraverso un approccio investigativo (Inquiry Based Science Education), intendono promuovere e migliorare l’insegnamento e apprendimento delle STEM (Science, Technology, Engineering and Maths).

“I dati dell’ESA ci dicono molto sul riscaldamento globale”, testimonia il nostro astronauta, invitando chi ha in mano le redini a fare tutto il possibile per invertire questo trend.

Il gruppo di ricercatori e insegnanti provenienti da tutta Italia, per la nostra Regione erano presenti la Dirigente Scolastica Susanna Occhipinti e la docente della secondaria di primo grado Marie Claire Courthoud, raccoglie questa sollecitazione, in quanto responsabili della formazione dei futuri cittadini consapevoli.

Cambiamenti climatici, salute dei nostri mari e dei ghiacciai, sono gli argomenti centrali che gettano le basi del protocollo di intesa tra l’ANISN e scienziati afferenti a centri di ricerca della rete nazionale, per portare in maniera efficace e scientificamente corretta queste tematiche in classe, attraverso i circa 600 docenti di ogni ordine e grado formati dall’ANISN su tutto il territorio italiano.

Su questa tematica l’associazione è già attiva in quanto capofila del gruppo di partner che gestisce l’ufficio ESERO Italia (European Space Education Resource Office) dell’ESA per l’educazione al pensiero critico ed autonomo attraverso le Scienze della Terra e dello Spazio.

gi.la.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore