SANITÀ, SALUTE E STARE BENE | lunedì 21 ottobre 2019 08:06

SANITÀ, SALUTE E STARE BENE | 23 luglio 2019, 09:58

Solidarietà dei valdostani al picchetto sindacale contro le liste di attesa in sanità

Da sn Domenico Falcomata’ , Graziano Tacchella, Aldo Cottino, Angelo Quarello e Armando Macchini

Da sn Domenico Falcomata’ , Graziano Tacchella, Aldo Cottino, Angelo Quarello e Armando Macchini

Ha richiamato una piccola folla di curiosi che in poco tempo è divenuta sempre più grande, il presidio e volantinaggio organizzati da Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Savt-Retraites e Uil Pensionati per dire no alle lunghe liste d'attesa.

Tanti gli utenti di ambulatori e servizi sanitari che a causa degli elefantici tempi di prenotazione esami e visite specialistiche si sono dovuti rivolgere ad ambulatori privati: tra questi anche pensionati che faticano ad arrivare a fine mese.

"In Valle d'Aosta si spende un capitale per visite mediche private quando basterebbe un'organizzazione efficiente delle liste di attesa da parte dei servizi Usl preposti e una dotazione di personale adeguata" afferma Domenico Falcomatà (Spi Cgil). Per Graziano Tacchella (Uil Pensionati) "si deve attivare una commissione di verifica delle liste d'attesa che coinvolga sindacati e associazioni utenti"; Aldo Cottino (Savt Rétraités), Angelo Quarello e Armando Macchini (Fnp-Cisl) sostengono che " si deve ampliare l'orario di apertura degli ambulatoi anche al sabato: il diritto alla salute deve essere garantito a tutti indipendentemente dalla disponibilità economica”.

p.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore