ECONOMIA | lunedì 19 agosto 2019 06:33

ECONOMIA | 18 luglio 2019, 22:58

Confindustria Vda preoccupata per instabilità politica

Giancarlo Giachino durante il suo intervento all'assemblea di Confindustria

Giancarlo Giachino durante il suo intervento all'assemblea di Confindustria

"La nostra è una preoccupazione dettata dall'instabilità politica che caratterizza da qualche anno la Regione e dalle non scelte che l'instabilità porta a compiere. Lo dico senza cavalcare ansie e preoccupazioni ma con la consapevolezza che non si devono nascondere i problemi". E' questo il messaggio lanciato oggi alla politica valdostana da Giancarlo Giachino, presidente della Confindustria regionale, durante l'assemblea annuale.

"Sentiamo il bisogno di metterci al lavoro per costruire il nostro futuro - ha spiegato - coscienti che, come ha detto qualcuno, non abbiamo ereditato la nostra regione ma l'abbiamo in prestito dai nostri figli e dai nostri nipoti". Giachino ha inoltre auspicato che la politica "si riappropri del suo primato per restituire sogni e visioni ai valdostani. Servono responsabilità e ragionevolezza perché abbiamo bisogno di studiare, progettare e costruire".

A Giachino ha risposto il Presidente della Regione, Antonio Fosson: "Credo che un cambiamento e un percorso diverso siano già partiti e che alcuni percorsi siano iniziati e si stiano consolidando" .

Ha quindi aggiunto: "Abbiamo messo in campo una capacità di lavoro notevole - ha aggiunto Fosson - in un periodo molto difficile della storia della Valle d'Aosta; il lavoro necessario è tantissimo e non lesiniamo energie".

Prima di Fosson è intervenuto l'assessore ai trasporti e alle politiche del lavoro Luigi Bertschy che ha auspicato una "riorganizzazione dei ruoli all'interno della comunità". Ed ha poi fatto un appello: "Ognuno torni a fare il proprio lavoro - ha aggiunto - e le associazioni sappiano stimolare la politica".

Secondo l'assessore al bilancio e finanze Renzo Testolin l'amministrazione regionale deve svolgere "un ruolo di raccordo, come facilitatore per mettere in comunicazione le potenzialità della regione".

All'inizio e al termine dell'Assemblea il Coro Penne Nere degli alpini hanno cantato Montagnes Valdotaines, l'inno della Valle d'Aosta.

 

 

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore